Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Ars, Marianna Caronia lascia Forza Italia: "Mi riprendo la mia libertà di pensiero e azione"

Il deputato passa al gruppo Misto, ma ribadisce la stima nei confronti del Presidente Musumeci: "Sosterrò la realizzazione del programma della coalizione che lo ha eletto". Sulla causa della rottura con il partito dice: "All’orizzonte nessuna volontà di rinnovamento"

Marianna Caronia

Il deputato Marianna Caronia lascia Forza Italia e passa al gruppo Misto. "Non avendo più vincoli di partito - afferma Caronia - ciò mi permetterà di riprendermi per intero la mia libertà di pensiero e di azione". Il deputato ribadisce la sua "stima personale e politica al presidente della Regione, Nello Musumeci", e il suo sostegno "alla realizzazione del programma della coalizione che lo ha eletto". La rottura con i vertici siciliani di Forza Italia che l'ha portata ad uscire dal gruppo all'Ars sarebbe scaturita dalla mancanza di un confronto con gli stessi: "Dopo aver stoicamente sopportato le tante mancanze e le tante ingiustizie operate nei miei confronti e nei confronti di altri colleghi di partito, già da sin dopo le elezioni regionali, nulla è cambiato e non vedo all’orizzonte nessuna volontà di rinnovamento".

"Vedo al contrario - continua il deputato - un partito arroccato, rinchiuso in se stesso, lontano dai veri problemi della Sicilia e sconcertata assisto invece, ai diversi tentativi di imbonire i cosiddetti ribelli, i quali altro non avevano chiesto se non un serio rinnovamento e l’istituzione di regole (del tutto assenti) democratiche di partecipazione, con illusorie e offensive promesse, che peraltro, così come è avvenuto subito dopo l’elezione di Gianfranco Miccichè alla Presidenza dell’Ars, non sarebbero state dallo stesso mantenute. Mi dispiace davvero alzare bandiera bianca, ma per quanto suggestiva possa essere la figura di un 'Don Chisciotte contro i mulini al vento' in versione femminile, non intendo affatto interpretarla convinta come sono che mai il vertice siciliano di Forza Italia si assumerà la responsabilità delle proprie indiscutibili colpe e ne tragga le debite conseguenze. Nella migliore delle ipotesi si procederà ad un furbesco maquillage che lascerà però sostanzialmente le cose come stanno". 

La Caronia lascia con amarezza augurandosi "che il Parlamento siciliano riesca, con un rinnovato spirito costruttivo, sia pure nel rispetto delle idee di ognuno, a riprendere un cammino spedito e virtuoso capace di dare risposte concrete e positive agli annosi, urgenti e drammatici problemi del popolo siciliano". E su Miccichè dice: "Manca di 'bon ton' sul piano personale".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, Marianna Caronia lascia Forza Italia: "Mi riprendo la mia libertà di pensiero e azione"

PalermoToday è in caricamento