"Marciapiede assente in un tratto di viale Venere, pericoli per i pedoni"

Danilo Lannino, coordinatore del circolo “Urbans” DiventeràBellissima, sollecita l'amministrazione Comunale "a porre in essere ogni provvedimento necessario a garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"L'assenza del marciapiede in un tratto di viale Venere all'angolo con piazza Castelforte mette in grave pericolo la circolazione dei pedoni oltre che l’incolumità dei disabili". Lo scrive Danilo Lannino, coordinatore del circolo “Urbans” DiventeràBellissima, in una nota inviata tra gli altri al sindaco, agli assessori comunali alla Mobilità ed ai Lavori pubblici e al comandante della polizia municipale per sollecitarli "nell’ambito delle competenze e responsabilità, a porre in essere ogni provvedimento necessario a garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini. In caso di incidente con morti e/o feriti, invierò istanza alla Autorità Giudiziaria chiedendo di accertare l'eventuale nesso di causalità tra l'assenza del marciapiede e i danni eventualmente subiti da pedoni e automobilisti".

Torna su
PalermoToday è in caricamento