Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Regione, c'è l'ok del Turismo: 60 mila euro per salvare gli eventi palermitani

Dal festival internazionale dell'uva e del vino a Partinico alla tradizionale sagra del gelato a Cefalù. L'assessore Michela Stancheris ha reso noto l'elenco degli eventi che riceveranno i contributi dopo un'accurata selezione: coinvolti 14 paesi

C’è il festival del vino e quello del sole. C’è la sagra del gelato e la notte dell’uva. La Regione ha deciso: 500 mila euro per salvare 37 eventi siciliani. Alcuni sono storici, altri invece, meno noti, stanno per decollare. Un’attenta analisi, una selezione serrata. Poi l'assessore regionale per il Turismo, Michela Stancheris, ha reso noto l'elenco degli eventi che riceveranno i contributi.

La Regione investe sugli eventi palermitani. Otto in totale, tutti nella provincia. Coinvolte 14 realtà. Una pioggia di contributi che serviranno a coprire le spese per quote che vanno dal 14 al 20 per cento del totale per singolo progetto. La fetta maggiore è stata destinata allo Sherbeth Festival, la sagra del gelato di Cefalù. Alla manifestazione andranno circa 20 mila euro. Segue subito dopo il Festival del Sole, a Trabia: un investimento da oltre 14 mila euro. Finanziato anche il Festival internazionale dell’uva e del vino (5 mila euro), a Partinico, la “Fera di San Gandolfo”, ponte tra Polizzi e New York (4,1) e lo Scruscio – Note di Sicilia, a Cinisi (4,1). Oltre 3 mila euro verranno dirottati a Pollina per il festival Sete Sois.

Quasi 2,5 andranno invece a Petralia Sottana per il Ballo pantomima della Cardella. Caltavuturo, Scillato e Sclafani Bagni organizzano insieme la Prima settimana della danza (2,6 mila euro dalla Regione).  L’unione dei comuni del Besa organizza il giorno di Shega, letteralmente ‘il melograno’. Si tratta di Contessa Entellina, Mezzojuso, Palazzo Adriano, Santa Cristina Gela e Piana degli Albanesi: un’operazione finanziata dalla Regione con 2,7 mila euro.

“La suddetta selezione, effettuata nel pieno rispetto dello spirito della legge 2/2002 di riferimento – spiega l’assessorato - è finalizzata all'accrescimento dei flussi turistici e alla capacità di intrattenimento dei turisti che si trovano nelle località siciliane, pur nella esiguità delle risorse finanziarie disponibili, potrà assicurare con la collaborazione degli enti locali interessati, una crescita del settore turistico e, quindi, dei dati economici complessivi riguardanti l'Isola”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, c'è l'ok del Turismo: 60 mila euro per salvare gli eventi palermitani

PalermoToday è in caricamento