Politica

Neve e ghiaccio su strade e campi, Bandiera: "Chiederemo stato calamità per agricoltura"

Si tratta del secondo evento eccezionale in poche settimane, dopo la pioggia di novembre. L'assessore regionale: "Parte subito il censimento dei danni". Circolazione stradale e ferroviaria in difficoltà. In città potenziata l'assistenza ai clochard

Santa Cristina Gela, foto di Nicola Valentino

Neve e gelo ammantano, da ieri, le strade del Palermitano e i disagi non sono mancati. I fiocchi bianchi, seppur suggestivi, hanno mandato in tilt la viabilità. Danni anche per l'agricoltura per le gelate. Tanto da spingere la Regione a intervenire. "Abbiamo già allertato gli uffici e gli ispettorati provinciali per garantire e tutelare gli interessi degli agricoltori siciliani, ai quali esprimo la mia assoluta vicinanza", ha detto l'assessore regionale per l'Agricoltura, Edy Bandiera.

Maltempo, circolazione in tilt: in Prefettura comitato per la viabilità

La nevicata delle ultime ore è infatti il secondo evento eccezionale registrato in poche settimane. Agricoltura e la zootecnia siciliana hanno già dovuto fare i conti con l'ondata di maltempo di novembre. 

"Parte da subito - spiega Bandiera - il censimento dei danni per valutarne e verificarne sia la perimetrazione che l'entità, in termini di percentuale sulla produzione lorda vendibile, in maniera tale che si possa portare in Giunta la richiesta al ministero per le Politiche agricole di declaratoria dello stato di calamità per le successive provvidenze che speriamo di ottenere. Gelo e neve che arrivano fino al mare sono un evento assolutamente straordinario, faremo leva su queste ragioni per tentare di superare il tema della non risarcibilità, nel caso dei danni non assicurabili".

Intanto strade statali e autostrade restano sorvegliate speciali. L'Anas ha reso noto di avere messo in strada, in tutta l'Isola, 58 mezzi tra spazzaneve e spargisale, e avere coinvolto circa 150 uomini. Sono state oltre mille le tonnellate di sale utilizzate durante questa settimana, pari a oltre due terzi della quantità solitamente utilizzata da Anas in Sicilia durante un'intera stagione invernale.

Ed è tornata alla normalità stamani la situazione all'aeroporto Falcone-Borsellino, dove molti volti hanno subito ritardi e cancellazioni.

Boom di ritardi e voli dirottati per la neve, passeggeri bloccati a Comiso: "Troppi disagi"

In città invece, dove i disagi sono stati limitati, l'attenzione si è concentrata su quanti vivono in strada. L'assessore ai Servizi sociali, Giuseppe Mattina, ha coordinato in queste ore gli interventi di supporto ai senza fissa dimora. Azioni portate avanti dal Comune con la Croce rossa, gli agenti della polizia municipale e le onlus. 

"Molti dei cittadini raggiunti in strada - spiegano da Palazzo delle Aquile - hanno scelto di essere accompagnati presso i dormitori comunali, eccezionalmente attrezzati per aumentarne la capienza, mentre per coloro che non hanno voluto lasciare il posto, sono state distribuite coperte e pasti caldi. Anche tutte le pattuglie dei vigili in servizio notturno, su disposizione del comandante Gabriele Marchese sono state equipaggiate per fornire assistenza in strada. In totale sono stati 14, nei due giorni, i cittadini senza dimora che hanno scelto di essere assistiti in strada".

"Abbiamo registrato una straordinaria mobilitazione dei palermitani - sottolinea Mattina - che ieri sera hanno portato nei dormitori comunali coperte e cibo. In particolare, mi ha colpito vedere i tanti che hanno preparato apposta il cibo da donare ai senza dimora e in quantità tali che è stato possibile anche darne una parte al Centro Astalli e alla Missione di Biagio Conte. Davvero uno straordinario messaggio di mobilitazione solidale".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e ghiaccio su strade e campi, Bandiera: "Chiederemo stato calamità per agricoltura"

PalermoToday è in caricamento