Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Licciardi: "La Regione dia certezze alle istituzioni culturali private di qualità"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Le istituzioni culturali private sono un grande patrimonio della Sicilia. Con la loro attività tengono in vita un tessuto culturale e di relazioni che sono uno degli elementi di identità della Sicilia. Svolgono una funzione che le strutture pubbliche non riescono a svolgere ma, insieme alle grandi istituzioni culturali e scientifiche pubbliche (scuole, università, centri di ricerca, scuole di alta formazione) contribuiscono al progresso culturale, civile ed economico della Sicilia - dichiara Licciardi -. Centinaia di operatori lavorano e producono e vanno tutelati e sostenuti. La vecchia tabella H è stata superata scremando l'elenco da soggetti che non possedevano requisiti minimi per accedere ai contributi regionali. Ci associamo alle richieste dell'Istituto Gramsci Siciliano, della Fondazione Ignazio Buttitta, del Centro Studi filologici e linguistici siciliani, del Museo delle Marionette, dell'Istituto di studi bizantini e neoellenici "B. Lavandini" e di tutte le altre istituzioni culturali private che si sono rivolte alle istituzioni regionali. Insieme a loro avanziamo 4 proposte : a) Accreditamento degli Enti presso la Regione con verifica triennale sulla base di oggettivi criteri di valutazione b) Programma triennale di attività e superamento del bando annuale c) Aumento dell'autonomia e della responsabilità sotto ogni punto di vista dei gestori delle istituzioni culturali d) Sperimentazione dell'erogazione di un anticipo del 50% dell'anno precedente nell'anno in corso da effettuare nei primi mesi di ogni anno al fine dello svolgimento delle attività programmate"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licciardi: "La Regione dia certezze alle istituzioni culturali private di qualità"

PalermoToday è in caricamento