Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Libera rappresentanza: "Ci congediamo da Ferrandelli"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Già dall'ultimo scorcio del precedente anno il Movimento "Libera Rappresentanza" aveva portato a compimento una lunga riflessione in merito alla propria partecipazione attraverso dei candidati di “servizio” alla competizione elettorale per il nuovo sindaco, per il rinnovo del Consiglio Comunale e dei Consigli delle otto circoscrizioni, ribadendo l'appoggio al candidato Fabrizio Ferrandelli. “Purtroppo in corsa ci siamo ritrovati come compagni di strada Gianfranco Miccichè e tantissime altre figure del vecchio centro destra dell'epoca Cammarata - dichiara il Presidente Foti – per noi è stata dura vederci accostati a Miccichè e la figura di altri candidati, con cui non abbiamo nulla che vedere ma con il sorriso tra le labbra, salutando i pezzi migliori del nostro movimento, eravamo rimasti fedeli fino all'ultimo giorno di campagna elettorale a Fabrizio Ferrandelli. Analizzando a mente serena il nostro lavoro, è chiaro che abbiamo commesso tantissimi errori per inesperienza, adesso accettiamo la sconfitta a testa alta senza trovare inutili pretesti e ripartiamo da 1.663 preferenze ottenute dai nostri 26 candidati di “servizio” alla prima esperienza. "Non ci fermiamo - prosegue - e faremo opposizione attiva fuori dal Palazzo delle Aquile, le nostre parole d’ordine dovranno essere 'difesa per gli ultimi e sana politica', pertanto ci congediamo con onore da Fabrizio Ferrandelli, a partire da oggi dialogheremo con tutte le forze sociali indipendenti che hanno intenzione di avviare il tanto atteso rinnovamento morale, culturale ed economico della nostra Sicilia, mettendo definitivamente in soffitta la solita classe politica parolaia che ha distrutto la nostra terra. – conclude Foti – guardiamo alle prossime competizioni elettorali, alle provinciali di Palermo del 2018 esordirà il Movimento Libera Rappresentanza, la nostra missione sarà quella di fermare il ritorno dei responsabili del massacro sociale, economico ed ambientale della nostra terra, - infatti - i vecchi marpioni della politica partitante si travestono da ‘civici’ per intercettare l’elettorato deluso dai partiti, basta vedere i nominativi dei consiglieri rieletti al comune di Palermo con il contributo dei candidati provenienti dalla società civile che hanno fatto a proprie spese da riempi lista. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libera rappresentanza: "Ci congediamo da Ferrandelli"

PalermoToday è in caricamento