Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Leu Bagheria: "Ausiliari del traffico Amb un bando o uno spot elettorale?"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La sezione MdP-Leu di Bagheria ritiene che qualsiasi amministrazione comunale dovrebbe affrontare in maniera costante ed ordinaria il tema della mobilità e della gestione del traffico. Le soste a pagamento sono un tassello di questo capitolo e, pur essendo coscienti dell’importanza di questo servizio, ci sembra, in assenza di provvedimenti più generali e strutturati (isole pedonali, sensi unici, piano parcheggi, collocazione della segnaletica orizzontale, verticale e semaforica, controllo del territorio da parte dei Vigili Urbani e delle altre Forze dell’Ordine, , etc…), che il bando dell’AMB sia uno spot occasionale e non un tassello di una azione efficace ed efficiente. L’AMB, avendo avuto questo incarico da parte dell’amministrazione comunale, deve effettuare il “servizio di gestione della sosta su suolo pubblico” e, di conseguenza, ricorre alla assunzione del personale operativo.

Fermo restando che chi partecipa alla assunzione di un affidamento dovrebbe avere già delle strutture in grado di espletarlo, ci sembra molto strano che l’AMB proceda, in un sistema di promiscuità tra soggetti dove non si delineano con chiarezza i compiti e i ruoli (controllore-controllato), come se dovesse espletare un concorso pubblico e non una semplice selezione per un lavoro con caratteristiche privatistiche. L’AMB nel bando non dice con chiarezza quanti sono le/i lavoratrici/ori da assumere, lasciando alla sua discrezionalità la facoltà di stabilirne la quantità e individua preliminarmente il “CCNL servizi ausiliari fiduciari e integrati” come contratto di lavoro da applicare. E’ opportuno sapere quali sono i motivi che hanno determinato tale scelta, visto che il suddetto contratto è stato sottoscritto nazionalmente da una sola OO.SS. (sicuramente non tra le più rappresentative) e che l’AMB non ha proceduto a nessun confronto sindacale preventivo con le associazioni di categoria di CGIL, CISL e UIL.

Dalla lettura del bando si evidenzia tutta l’ambiguità dello stesso nella definizione dei criteri per la selezione. Più che una assunzione a tempo determinato di lavoratrici/ori alle/ai quali è richiesta la “licenza media inferiore” per un lavoro di circa mille euro al mese lordi, sembra invece l’inizio di un percorso che in prospettiva fa intuire una assunzione para-pubblica, visto che “scritto e orale” prevedono procedure e contenuti da concorso pubblico e che la stessa “graduatoria” ha validità triennale. Abbastanza grave è la discrezionalità che l’AMB ha nel sottoporre a visita medica le/i lavoratrici/ori che dovrebbero essere assunti. Inoltre, è del tutto originale nominare la “Commissione Giudicatrice” dopo che le/i lavoratrici/ori avranno presentato le domande. Tutto il bando ci sembra improntato sulla discrezionalità e su una corsa ad ostacoli che non sono propri di una assunzione di natura privatistica, dove è già prevista l’applicazione di un CCNL spurio e ambiguo.

Per questi motivi chiediamo il ritiro del bando e, qualora l’AMB decida di dover comunque precedere alla assunzione dei lavoratori, la invitiamo a definire prima un accordo con i sindacati di categoria di CGIL,CISL e UIL e poi l’assunzione degli stessi con le modalità previste dalla attuale legislazione, compreso l’eventuale richiesta numerica da avanzare ai Centri per l’Impiego competenti per territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leu Bagheria: "Ausiliari del traffico Amb un bando o uno spot elettorale?"

PalermoToday è in caricamento