Leonardi: "La città paga gestione dissennata dell'Amap"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Oggi il Consiglio comunale di Palermo avrebbe dovuto ascoltare i vertici dell'Amap sull'andamento dell'azienda e sull'operazione Aps, ma la seduta è saltata per l'irresponsabilità della maggioranza e del centrodestra: su 19 consiglieri presenti, 9 erano del Pd. La città paga una gestione dissennata dell'Amap, costosa e a rischio fallimento: i palermitani pagano 15 milioni di euro in più all'anno di bollette aumentate del 15% e il consiglio viene esautorato e privato della possibilità di difendere gli interessi dei palermitani e di tutti i lavoratori che in passato hanno fatto sacrifici e hanno consentito a questa azienda di essere la migliore. Il cda e la presidente Prestigiacomo non sono all'altezza di questa sfida che non dovrebbe far dormire sonni tranquilli a nessuno che abbia a cuore il futuro di Amap e dei suoi lavoratori, senza parlare dei cittadini spettatori dell'ennesimo caso di cattiva gestione". Lo dice il vicecapogruppo del Pd al Consiglio comunale Sandro Leonardi.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento