Legittima difesa: Idv, raccolte 8 mila firme in Sicilia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il vicesegretario regionale dell'Italia dei valori Paolo Caracausi, che è anche capogruppo Idv al Comune di Palermo, ha consegnato oggi a Roma al segretario nazionale Ignazio Messina più di ottomila firme, raccolte in Sicilia in tre settimane, a sostegno della proposta di legge popolare presentata dal partito per rafforzare la legittima difesa e tutelare maggiormente l'inviolabilità del domicilio.

"Siamo in presenza di un risultato straordinario - ha osservato Messina -. I cittadini chiedono più sicurezza, e noi da mesi siamo impegnati con tutte le nostre forze su questo tema. Altri fanno propaganda, noi agiamo concretamente presentando e facendo sottoscrivere una proposta di legge, già depositata in Cassazione, per consentire ai cittadini di essere più liberi di difendersi in caso di aggressione subìta all'interno della propria casa o del proprio negozio. Vogliamo anche eliminare il rischio di vedersi poi accusati di eccesso di difesa".

"Noi siamo al fianco dei cittadini onesti e pretendiamo il massimo rigore con chiunque vìoli la nostra casa. Un grazie va all'Idv che nella regione si è fortemente mobilitata e a tutti i siciliani per il brillante risultato conseguito in termini di raccolta firme per quella che noi definiamo 'una battaglia di civiltà giuridica e sociale'", ha concluso Messina.

"Non possiamo che essere soddisfatti per la risposta che la Sicilia ha dato su un tema sempre più sentito dai cittadini", dice Caracausi.

Torna su
PalermoToday è in caricamento