menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

La Finanziaria all'esame dell'Ars, sul testo pesano i tagli da Roma

Si tratta di una manovra da 24 miliardi di euro. L'Aula dovrebbe cominciare a votare gli articoli a partire da lunedì prossimo per approvare il testo entro fine mese, alla scadenza dell'esercizio provvisorio

Riprende stamani all'Assemblea regionale siciliana la discussione generale della legge finanziaria, che ha iniziato ieri il suo iter in aula. Si tratta di una manovra da 24 miliardi di euro. Il termine per la presentazione degli emendamenti è fissato a venerdì alle 20, mentre l'Aula dovrebbe cominciare a votare gli articoli a partire da lunedì prossimo per approvarla entro fine mese, alla scadenza dell'esercizio provvisorio.

Sul testo "pesano" le decisioni assunte dal governo centrale in termini di trasferimento di risorse. "E' una manovra importante - ha detto l'assessore all'Economia Alessandro Baccei illustrando il provvedimento -. L'ultimo passaggio per la Regione per portare a termine un percorso di risanamento. Le entrate sono state certificate al ministero a Roma dove ci hanno fatto il contropelo".  "Nel bilancio  - ha spiegato - mancano 2miliardi, servono per pagare stipendi, rate di mutui, precari e altro. Tutti sapete che la legge di stabilità nazionale ci ha assegnato 1,4 miliardi mentre degli altri 500 milioni ce ne dobbiamo fare carico noi contenendo le spese nel nostro bilancio. Questo è l'impegno preso con lo Stato e solo mantenendo gli impegni potremo continuare a mettere la faccia nella trattativa in corso con Roma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento