rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica Santa Flavia

Salvini omaggia Falcone e difende Samonà: "Mi occupo di lotta alla mafia, non di poesia"

Il tour del leader della Lega nel Palermitano, tra le contestazioni delle Sardine e il nuovo assetto interno del partito. Il Ponte sullo Stretto? "Darebbe lavoro a migliaia di persone". L'attacco ad Alitalia: "I siciliani vogliono voli a prezzi decenti"

L'omaggio a Falcone davanti alla stele di Capaci, dove ha deposto una corona di fuori ed è stato contestato, e il sì (convinto) al Ponte sullo Stretto. Il tour nel Palermitano del leader della Lega, Matteo Salvini, inizia con la protesta delle Sardine e dei militanti di Potere al popolo ai margini del Giardino della memoria.

"La lotta alla mafia non è ancora stata vinta. Lotta alla mafia significa aiutare le forze dell'ordine, ma anche dare lavoro". Dopo Capaci, l'appuntamento a Porticello, dove Salvini ha incontrato una delegazione di pescatori. A Bagheria, sempre le Sardine, hanno organizzato un flash mob. Salvini non si scompone più di tanto e sposta il tiro su altri argomenti: il Ponte sullo Stretto, ad esempio. "Le infrastrutture sono fondamentali per il lavoro. Un ponte che unisca Sicilia e Calabria serve all'Italia, ai siciliani ai calabresi. E dà lavoro a migliaia e migliaia di persone".

Il tour palermitano di Salvini | Video

Ce n'è pure per Alitalia: "Tratte care e tratte cancellate... penso a Trapani. Con tutti i miliardi che gli italiani hanno dato ad Alitalia non è possibile che in una stagione così delicata per il turismo ci siano tagli o prezzi così elevati. Abbiamo già chiesto al governo di intervenire perché gli italiani ci mettono i soldi ma poi vogliono poter volare a prezzi decenti".

Salvini prende le difese dell'assessore regionale leghista ai Beni culturali Alberto Samonà, al centro delle polemiche per le sue poesie giovanili inneggianti alle Ss di Hitler: "Le polemiche sull'assessore alla Cultura? Io mi occupo di lavoro e lotta alla mafia, non di poesia. Abbiamo scelto l'assessorato ai Beni culturali per aprire i musei chiusi, per tagliare la burocrazia che sta rallentando tante opere pubbliche anche qua".

A Bagheria, Matteo Salvini e il segretario regionale del partito Stefano Candiani, durante una conferenza stampa, hanno presentato la struttura dei dipartimenti Lega in Sicilia. Un progetto che prevede la strutturazione per aree tematiche di 24 dipartimenti. L'obiettivo è quello di elaborare dei progetti e affrontare le criticità in ambito regionale. Responsabile dei dipartimenti è stato nominato Igor Gelarda, capogruppo a Sala delle Lapidi: "Sono felice di questo nuovo e delicato incarico che mi è stato affidato direttamente da Matteo Salvini e Stefano Candiani - afferma Gelarda -. L'obiettivo è quello di declinare in chiave siciliana i principi della Lega, mettendo al centro della nostra politica la Sicilia e di siciliani. Con la collaborazione di professionisti ed esperti nei vari settori che vanno dalle infrastrutture alla sanità dalla scuola all'agricoltura. Tutto ciò per proporre nuove idee e progetti e rilanciare la linea politica della Lega in Sicilia, anche in prospettiva delle prossime elezioni regionali. Un progetto che ritengo fondamentali per gettare le basi per un futuro diverso di quest'isola".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini omaggia Falcone e difende Samonà: "Mi occupo di lotta alla mafia, non di poesia"

PalermoToday è in caricamento