menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via la stabilizzazione dei precari dei Comuni, la Regione frena: "Assunzioni da aprile"

Tre le amministrazioni della provincia di Palermo che hanno previsto un concorso: Gangi, Giuliana e Montemaggiore Belsito. Per i precari storici, la legge varata dall’Ars prevede – oltre alla stabilizzazione progressiva - anche la proroga per due anni e la possibilità transitare in Resais, società partecipata dalla Regione

Iniziano a vedersi gli effetti della maratona compiuta dall'Assemblea regionale negli ultimi giorni del 2016 e che ha dato il via al processo di stabilizzazione progressiva dei precari. Quindici Comuni hanno già avviato la stabilizzazione dei contrattisti e sarà celebrato un concorso ad hoc. I bandi interessano i Comuni di Catania, Caltanissetta, Alessandria della Rocca, Gagliano Castelferrato, Gangi, Giuliana, Joppolo Giancaxio, Montemaggiore Belsito, Pedara, Realmonte, Roccella Valdemone, Sant'Angelo Muxaro, Santa Elisabetta, Torregrotta e Venetico.

Per i precari storici, la legge varata dall’Ars prevede – oltre alla stabilizzazione progressiva - anche la proroga per due anni e la possibilità di optare per il transito alla Resais, società partecipata dalla Regione.

L'entusiasmo è stato però smorzato da Palazzo d'Orleans. L'assessore regionale alla Funzione pubblica, Luisa Lantieri, ha charito che "le proroghe non si possono avviare prima del 31 marzo. Il piano prevede infatti che sia la Regione a farsi carico del costo del personale ma per farlo deve conseguire dei risparmi. Questo sarà possibile avviando la mobilità di una parte del personale delle ex Province". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento