Lavori in viale Regione, Ferrandelli: "Mobilità e manutenzioni gestite improvvisando"

Il leader di Più Europa al Consiglio comunale ha presentato un'interpellanza in merito agli interventi per la ripavimentazione: "È mai possibile che si inizi alle 6.30? Il risultato immediato è una coda di 10 chilometri"

"È mai possibile che il Comune preveda la realizzazione dei lavori di pavimentazione lungo viale Regione Siciliana iniziando alle 6.30 del mattino?". Inizia così la nota di accompagnamento di una dura interpellanza presentata dal leader di Più Europa Fabrizio Ferrandelli.

"Il risultato immediato è una coda di 10 chilometri a danno di chi deve andare a lavorare o portare i bambini a scuola. Lungo questo asse stradale c'è un traffico medio di 200 mila utenti. Come si fa a non pianificare i lavori civilmente di notte, così come sta facendo adesso l'Anas nel tratto tra Tommaso Natale e Capaci. Il minimo di buon senso - continua Ferrandelli - in assenza di una pianificazione generale del traffico, è quello di garantire le fasce di rispetto per i pendolari e iniziare i lavori almeno alle ore 9.00 del mattino. I costi sarebbero uguali,  non essendoci la maggiorazione notturna, e il traffico più scorrevole. Ma è chiaro a tutti che chi guida la mobilità e le manutenzioni a Palermo - conclude Ferrandelli - lo fa con improvvisazione e provocando la pazienza degli automobilisti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperone sotto shock, annuncia suicidio su Facebook e si toglie la vita

  • E' morto "U Zu Totò", per 50 anni ha fritto panelle e crocchè accanto alla Fiera

  • I palermitani con la colla sulle mani, la "banda dell'Attak" fermata prima del colpo in banca

  • Si accascia per terra e non si rialza più, uomo muore sotto i portici di piazzale Ungheria

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

  • Foro di Palermo in lutto, muore improvvisamente avvocato

Torna su
PalermoToday è in caricamento