Lavoratori del Coime a rischio tagli? Sindacati a Orlando: “Si sgombri il campo da equivoci"

I rilievi del Mef considerano in eccedenza i dipendenti, in servizio da trent’anni al Comune. Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil chiedono al sindaco di convocarli per fare chiarezza: "Basta giochetti, mettere nero su bianco posizione Comune"

Gli operai del Coime davanti a Palazzo delle Aquile

"I lavoratori del Coime sono in servizio da trent’anni al Comune, assunti secondo una precisa norma di legge". A ribadire in una nota il concetto, già espresso ieri durante il consiglio comunale sul tema, sono Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil. Durante la seduta, infatti, il sindaco ha commentato punto per punto la relazione del Mef che - tra le altre cose - definisce "in eccedenza" i dipendenti del Coime. 

“Non si può giocare sulla pelle di questi dipendenti - affermano Ignazio Baudo (Feneal Uil), Paolo D’Anca (Filca Cisl) e Francesco Piastra (Fillea Cgil) - che lavorano per l’amministrazione cittadina da un trentennio. A loro viene applicato il contratto edile per la tipicità delle loro attività, non certo perché sono terzi rispetto al Comune di Palermo”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La protesta dei dipendenti del Comune: "A rischio 3 mila famiglie"

I sindacati chiedono al sindaco di convocarli per fare chiarezza sulla vicenda Coime. “Dopo i rilievi del Mef, il Comune - precisano Baudo, D’Anca e Piastra - ha assunto prima una posizione di concordia con quanto sostenuto dal ministero e poi una di opposizione, come abbiamo ascoltato ieri nel corso del consiglio comunale”. Secondo i sindacalisti “non ci possono essere idee mutevoli e variabili sul tema": "È ora che si sgombri il campo da equivoci e si metta nero su bianco qual è l’intendimento dell’amministrazione di Palermo su questi lavoratori. Orlando e il suo staff dicano chiaramente cosa pensano e cosa vogliono fare. Non sarà ammessa alcuna speculazione su questi lavoratori -  continuano Baudo, D’Anca e Piastra - che non possono essere vittime delle schermaglie politiche”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento