rotate-mobile
Politica

Italia a 5 Stelle, Grillo chiude la kermesse: "Voliamo in alto, nulla è impossibile"

Protagonista indiscusso dell'evento Grillo che torna al timone del Movimento e riparte da Palermo per realizzare il sogno pentastellato di governare il Paese

Passa da Palermo il nuovo corso del M5s. Ieri Beppe Grillo lo ha ribadito più volte ai microfoni dei giornalisti e dal palco del Foro Italico. Palermo e la Sicilia, ancora una volta, rappresentano uno spartiacque. Si riparte dall'isola maggiore quindi per ricominciare la conquista del Paese. Vincere le elezioni amministrative e le regionali i prossimi obiettivi. Prima però bisogna buttarsi alle spalle settimane, anzi mesi, di lotte e faide interne. Ricompattare, per quanto possibile, una squadra di "cittadini" alle prese con accuse e ripicche reciproche, più o meno plateali. E ridefinire obiettivi e mission del Movimento, senza alimentare toto-nomi su future leadership. E' quello che Grillo ha iniziato a fare già ieri, giornata d'apertura della kermesse Italia a 5 stelle che si chiuderà stasera. Il comico genevose ha ripreso il timone del Movimento a 5 Stelle: "Sono tornato - ha detto - e ci sarò a tempo pieno, per prendere decisioni e fare il capo se necessario".

Dal palco di Italia 5 Stelle, Grillo prova a dare una scossa al Movimento - originato, dice, dalla sua storica gastrite -, internamente dilaniato da ripicche e gelosie. Gelosie che Di Maio e Di Battista forse "un po' creano", ammette, anche se "è normale", dal momento che "la tv è immagine, ci sono delle facce che non funzionano, magari sono bravissimi, altri no". Come uscirne allora? Semplice, tornando all'antico, riprendendo lo spirito originario M5s, quell'entusiasmo che si respirava ai V-day, quando appunto si urlava convintamente "vaffanculo" al sistema, quando non si era ancora "un po' stanchi", come sono oggi - abbozza Grillo - proprio i parlamentari pentastellati.

L'ANALISI DELLA PRIMA GIORNATA

Questa la nuova mission, dunque. Mission che, tradotta nei fatti, vuol dire buttare giù un regolamento ad hoc e votarlo la settimana prossima affinché si capisca anche che, da adesso in poi, "in tv ci andrà chi ha da parlare di un argomento". Perché nei talk-show "non si mandano le persone", ma rappresentanti del Movimento che "parlano del nostro programma". "Punto e basta", rimarca. E a proposito di rappresentanti del Movimento che proprio per il programma che stanno mettendo in atto hanno creato non poche polemiche, dentro e fuori ai 5 Stelle, oggi al Foro italico è attesa per l'arrivo di Virginia Raggi. La sindaca di Roma doveva arrivare a Palermo ieri ma ha poi rimandato la partenza a acusa del crollo di una palazzina in zona Ponte Milvio.

LA DIRETTA DELLA SECONDA GIORNATA:

ORE 18.15 - Il leader del Movimento chiude la kermesse parlando di energia e informazione, "i due fili che comandano il mondo". Attacca, ancora una volta, la stampa italiana che "parla dei peli sulle gambe della Raggi". Poi vira sulle rinnovabili: "Dieci anni fa dicevano che era impossibile fare il giro del mondo su un aereo a energia solare e oggi l'impresa è diventata realtà. Voliamo in alto, nulla è impossibile", conclude.

ORE 18.00 - Grillo torna sul palco del Foro italico per presentare Juliane Assange, giornalista detenuto agli arresti domiciliari, in collegamento telefonico. "Sono impressionato dalla folla che si è radunata a Palermo - commenta il giornalista - Io sono detenuto illegalmente in Inghilterra da 7 anni e sono in una situazione difficile, ma il vostro esempio dal'Italia mi dà speranza". Assange parla poi di giornalismo, una professione che definisce molto seria e molto importante. "In Italia siete riusciti a sbaragliare la stampa corrotta grazie alla guida di Beppe. E' dovere del giornalista osservare, comprendere e poi raccontare la verità", afferma.

ORE 16.15 - Virginia Raggi sale sul palco: "Ci raccontano divisi, ma siamo più uniti che mai". E su Roma la sindaca spiega: "Abbiamo trovato una città devastata, da ricostruire. Ho sposato un progetto e sto cercando di metterlo in pratica. Non dobbiamo perseguire il consenso, ma fare ciò che è giusto. Noi abbiamo le mani libere e ci attaccano perchè facciamo paura". La Raggi si rivolge poi al premier Matteo Renzi e a coloro che i questi giorni la stanno attaccando: "I nostri no hanno fatto tremare i potenti - prosegue la prima cittadina della Capitale - ma noi non abbiamo paura, il futuro è nelle nostre mani, io non mollo". "Andiamoci a prendere Palermo, la Sicilia e l'Italia", la chiusura dell'intervento della Raggi.

ORE 14.30 - Virginia Raggi ha raggiunto il Foro Italico. "Siamo in tanti. Piano piano si dovranno arrendere. Forza che l'anno prossimo tocca a voi. Siete pronti", ha detto il sindaco di Roma alla folla che l'ha accolta".

ORE 13.10 - Alessandro Di Battista annuncia la vendita del suo scooter per i terromotati: "L'ho pagato circa 8 mila euro. È storico, ha fatto 5mila chilometri, ha anche un valore effettivo. I soldi li daremo alle popolazioni colpite dal sisma".

ORE 13.00 - Si è concluso l'incontro tra Beppe Grillo e Virginia Raggi. "E' andato bene - ha detto la sindaca di Roma  - abbiamo parlato di questa manifestazione, un momento importante per parlare di quello che succederà".

ORE 12.30 - Al Foro Italico si parla di Referendum.

ORE 12.00 - "Sembra che state parlando di una telenovela tipo Beautiful. Non è cambiato niente. Beppe Grillo è sul campo, ci darà una mano ancora di più, e io sono contento" afferma Luigi Di Maio. Per il deputato nazionale del Movimento 5 Stelle arrivato al Foro Italico non ci sarebbe "nessun colpo di scena".  

ORE 10.45 - Virginia Raggia è arrivata a Palermo. La sindaca di Roma ha raggiunto l'hotel Posta, dove alloggia il leader del M5s Beppe Grillo ed ha anche trovato il tempo per realizzare un video per i palermitani. Eccolo:

ORE 10.00 Sul blog di Grillo è stato pubbliato il programma della seconda giornata della kermesse. Alle 10 si inizia al Foro Italico di Palermo con le agorà con i portavoce M5S. A partire dalle 14 sul palco si alterneranno i portavoce M5S e artisti e cantanti. Saliranno sul palco in qualità di portavoce M5S: Davide Bono, Max Bugani, Giancarlo Cancelleri, Nunzia Catalfo, Chimienti, Ignazio Corrao, Vito Crimi, Cettina Di Pietro, Manlio Di Stefano, Laura Ferrara, Riccardo Fraccaro, Giulia Grillo, Alvise Maniero, Maria Marzana, Nicola Morra, Filippo Nogarin, Riccardo Nuti, Federico Piccitto, Virginia Raggi, Alice Salvatore, Paola Taverna, Danilo Toninelli, Gianluca Vacca, Alessio Villarosa. Ci saranno anche gli interventi di Martin Blake, Ursula Sladek e un collegamento in diretta da Londra con Julian Assange, il fondatore di Wikileaks. Si esibiranno l'Orchestra Todrani, Giovanni Romano, Il nero con il cabo e Sulle orme di Django.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia a 5 Stelle, Grillo chiude la kermesse: "Voliamo in alto, nulla è impossibile"

PalermoToday è in caricamento