rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Famiglie arcobaleno, dal Comune sì alla trascrizione all'anagrafe dei figli delle coppie omosessuali

Il sindaco ha annunciato che darà mandato agli uffici affinché si proceda in questa direzione: "Occorre garantire tutti i diritti per tutti". Presto non sarà più necessaria la sentenza di un giudice per ottenere l'iscrizione dei bambini con due mamme o due papà

Anche Palermo dice sì alla trascrizione all'anagrafe dei figli delle coppie gay. Lo ha annunciato il sindaco Leoluca Orlando. Il primo cittadino - d'intesa con l’assessore Gaspare Nicotri - ha accolto la richiesta formulata dall’associazione delle Famiglie Arcobaleno e Arcigay Palermo e annunciato che darà mandato agli uffici dell’anagrafe affinché si proceda in questa direzione. "Occorre - afferma il Orlando - garantire tutti i diritti per tutti: è stato sempre questo lo spirito che ha animato l'azione dell'amministrazione comunale. Uno spirito che sempre più trova conferma giuridica e che non può che trovare applicazione concreta e quotidiana nell'attività amministrativa". 

Sono già tanti i Comuni italiani che hanno aperto a questa possibilità. A fare da apripista nel 2015 è stato l'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino. Seguito poi - tra gli altri - da Torino e Rimini ma anche da Comuni più piccoli come quello di Gabicce, nelle Marche, che ha trascritto l'atto di nascita di una coppia di gemellini (un maschio e una femmina) nati negli Stati Uniti da due uomini unitisi civilmente. Di recente, a Catania il sindaco Enzo Bianco ha registato l'atto di nascita del figlio di una coppia omosessuale, sollevando un vesapio di polemiche.

Presto anche a Palermo non sarà più necessaria la sentenza di un giudice per ottenere l'iscrizione nel registro dell'anagrafe dei bambini con due mamme o due papà. "E' una conquista di civiltà e di diritti, soprattutto oggi, giornata internazionale contro l'omofobia; esprimiamo grande apprezzamento per l'operato del sindaco Orlando - afferma il coordinamento di Sinistra Comune -. A breve, grazie al mandato conferito agli uffici dell'Anagrafe, si procederà alla trascrizione degli atti di nascita o alla modifica degli atti già trascritti per i bambini con genitori dello stesso sesso".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie arcobaleno, dal Comune sì alla trascrizione all'anagrafe dei figli delle coppie omosessuali

PalermoToday è in caricamento