rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Comune

Privatizzazione aeroporto, Unicoop attacca Orlando: "Danno economico incalcolabile"

Il presidente Coppolino: "Il sindaco prima era nettamente contrario alla vendita delle quote Gesap adesso, invece, apre le porte a incerte operazioni imprenditoriali, solo forse per tentare di mettere altra polvere sotto i suoi tappeti"

“Un vero e proprio autogol quello del sindaco Orlando, che vive ormai in un loop temporale da film di fantascienza. Vendere, anzi svendere le azioni della Gesap è un errore macroscopico. Un danno economico incalcolabile soprattutto adesso che, un’eventuale operazione di cessione di quote, il cui valore attuale è bassissimo rispetto al passato, darebbe il via ad una speculazione e ad un depauperamento aziendale dagli esisti imprevedibili”. È quanto afferma il presidente di Unicoop Sicilia, Felice Coppolino che interviene sull'ipotesi della vendita delle quote Gesap da parte del Comune di Palermo e si associa all’appello del senatore di Italia Viva, Davide Faraone, del vice presidente di Gesap, Alessandro Albanese, e del presidente di Ance Palermo, Massimiliano Miconi che hanno manifestato la propria contrarietà.

“Condivido perfettamente quanto espresso da Davide Faraone, da Alessandro Albanese e da Massimiliano Miconi – ha aggiunto Coppolino – e mi interrogo sul perché di questa manovra, ponendomi soprattutto una domanda: A chi gioverebbe tutto questo? Sono assolutamente convinto che non possa e non debba essere questa la soluzione ai problemi finanziari che sta attraversando il Comune di Palermo. E la giravolta del primo cittadino di Palermo, che prima era nettamente contrario alla privatizzazione della Gesap adesso, invece, apre le porte a incerte operazioni imprenditoriali, solo forse per tentare di mettere altra polvere sotto i suoi tappeti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Privatizzazione aeroporto, Unicoop attacca Orlando: "Danno economico incalcolabile"

PalermoToday è in caricamento