L’intercettazione del boss Graviano sul senatore 5 stelle Giarrusso: "Uniti nella lotta contro mafia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Solidarietà e vicinanza al senatore Michele Mario Giarrusso, simbolo della lotta alla mafia in Sicilia e non solo nell'isola. L’attacco ignobile nei suoi confronti dimostra che sta lavorando nella direzione giusta. Siamo al suo fianco nella lotta alla mafia, non ci facciamo intimidire”. Così Concetta Amella, Ugo Forello, Igor Gelarda, Viviana Lo Monaco e Giulia Argiroffi,  consiglieri comunali a Palermo del Movimento 5 Stelle, commentano le notizie di stampa dalle quali si è appreso che il boss Graviano, intercettato nel carcere dove è detenuto al 41bis, riferendosi al parlamentare del Movimento 5 Stelle avrebbe detto: "Quel senatore è pericoloso". Pericoloso perché - concludono i consiglieri 5 Stelle – il senatore Giarrusso ha voluto fortemente insieme agli altri colleghi pentastellati che il regime del carcere duro non diventasse meno aspro per i mafiosi”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento