rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

La nuova vita di Ingroia: commissario di Sicilia e-Servizi

L'ex pm "controllerà" la società pubblica per l'informatizzazione. Lo ha stabilito l'assemblea dei soci, col voto contrario della compagine privata. Il suo nome era stato indicato dal governatore Rosario Crocetta. Si insedierà nei prossimi giorni

Alla fine Antonio Ingroia ha preso il salvagente lanciato da Crocetta. E' stato nominato commissario liquidatore della società pubblica per l'informatizzazione Sicilia e-Servizi, di cui la Regione siciliana controlla il 51%. Lo ha stabilito l'assemblea dei soci riunita a Palermo, col voto contrario della compagine privata. Una nomina che era nell'aria. L'ex pm, indicato dal governatore Rosario Crocetta, si insedierà nei prossimi giorni. "Metterò il naso sugli affari di questa società che già appaiono più o meno sporchi", aveva detto Ingroia quando il suo nome fu accostato alla Sicilia e-Servizi.

Così l'ex pm di Palermo mescolerà il suo passato recente di investigatore, con il futuro da uomo politico e amministratore pubblico, già più volte preannunciato. Crocetta lo aveva già nominato presidente di "Riscossione Sicilia Spa", ma a quel tempo, lo scorso maggio, Antonio Ingroia era ancora in magistratura e il Csm disse "no" all'incarico, dopo mille polemiche. Poi si diffusero voci su un possibile ingresso dell'ex pm nella giunta regionale, come assessore alla Salute, ma il governatore si affrettò a smentire.

"Alla Sicilia e-Servizi - disse nei mesi scorsi Crocetta - lavorano la figlia di Stefano Bontade, il capomafia, e alla Venture il genero. È una società molto strana la Venture, fa parte del cartello di Sicilia e-Servizi ma prende tutti i suoi appalti. Per questo provvederemo immediatamente a commissariare la società, c'è una truffa di circa 200 milioni di euro. Soldi presi in violazione delle norme comunitarie che prevedono il principio della libera concorrenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova vita di Ingroia: commissario di Sicilia e-Servizi

PalermoToday è in caricamento