Il ritorno di Ingroia: "Mi candido a sindaco di Campobello di Mazara, mai scendere a patti con la mafia"

L'ex pm ha formalizzato la sua discesa in campo: "Il principale nemico non è la corruzione, ma la rassegnazione. La rassegnazione a che non possa cambiare nulla. Voglio creare un circolo virtuoso che può fare risorgere Campobello dalle sue ceneri diventando modello di riferimento anche nazionale"

Antonio Ingroia

L'ex pm Antonio Ingroia ha formalizzato in una conferenza stampa la sua discesa in campo per la corsa alla carica di sindaco di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani. Ragioni "politiche ma anche personali" dato che l'ex magistrato antimafia palermitano è legato alla provincia di Trapani sin dalle origini della propria famiglia.

L'invito alla candidatura era arrivato nelle settimane precedenti dal comitato di cittadini e movimenti 'Cambiamo Campobello', formato da liberi cittadini tra cui Tommaso Di Maria, portavoce consigliere comunale M5S, Giuseppe Calcagno, del Movimento Centopassi, Giuseppe Fazzuni, ex sindaco di Campobello di Mazara, Michele Melchiorre (Azione civile- Ingroia) e Antonino Gulotta (Movimento Liberi per cambiare).  

"Cambiare Campobello può diventare un modello nazionale - ha detto Ingroia - Un modello virtuoso e può essere il modello di una politica virtuosa, cioè il contrario di quello che è stato fino ad oggi. C'è chi ha già iniziato a fare campagna elettorale attraverso l'esercizio della amministrazione comunale. Non esiste sviluppo senza legalità e legalità senza sviluppo. Il principale nemico non è la corruzione, ma la rassegnazione. La rassegnazione a che non possa cambiare nulla, la rassegnazione che la mafia è un elemento con cui scendere a patti, la rassegnazione insomma di essere sudditi e non cittadini". "Credo - ha aggiunto - che si possa stringere un nuovo patto sociale tra le realtà imprenditoriali più sane con i lavoratori. Creare un circolo virtuoso che può fare risorgere Campobello dalle sue ceneri diventando modello di riferimento anche nazionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento