Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Ingroia: “Io in lista con i grillini? Non c’è nulla di concreto”

Il procuratore aggiunto di Palermo stamattina è tornato sul tema dell'astensionismo politico alle regionali: "Possibile "segnale" per instaurare nuovi discorsi e patti"

Antonio Ingroia

“Che possa esserci stato un astensionismo del voto di mafia, e che questo astensionismo possa essere una sorta di avvertimento “politico” ai loro possibili interlocutori, senza fare riferimento a possibili sigle politiche, per creare premesse per nuovi discorsi ed eventualmente nuovi patti è plausibile”. A dirlo è stato il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia, rispondendo stamani ai giornalisti che gli hanno chiesto un commento alle parole del pentito Gaspare Mutolo, che in un'intervista ha detto che l'astensione siciliana alle ultime elezioni regionali è stato un "messaggio a Pdl e Udc".

Ingroia ha liquidato poi come “indiscrezioni giornalistiche” le voci di una sua discesa in campo in politica: “Non c'è nulla di concreto” assicura ai cronisti, a margine di un suo intervento alla libreria Modus Vivendi, nel capoluogo siciliano, dove ha presentato il suo libro “Palermo” e quello di Salvo Palazzolo e Alessio Cordaro, “Se muoio sopravvivimi”.

“Primo vado in Guatemala. Secondo mi pare che siano solo indiscrezioni di stampa. Non c'è stato niente di concreto e quindi non sto a smentire mere ricostruzioni giornalistiche”. Così il procuratore ha risposto a chi gli ha chiesto un commento al possibile "corteggiamento" da parte del Movimento 5 Stelle, per una sua eventuale candidatura a premier per le prossime elezioni politiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingroia: “Io in lista con i grillini? Non c’è nulla di concreto”

PalermoToday è in caricamento