Sabato, 24 Luglio 2021
Alessandro Aricò
Politica

Interrogazione di Aricò: "Indennità non versate ai vigili urbani di Palermo, la Regione invii ispettori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Che fine hanno fatto le indennità dovute ai vigili urbani di Palermo?". Lo ha chiesto Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima, con un'interrogazione rivolta al governatore Nello Musumeci e agli assessori regionali alle Autonomie Locali e all'Economia.

"Il Comune di Palermo dal 2014 al 2016 ha dichiarato alla Regione di avere sostenuto spese per il miglioramento dei servizi di polizia municipale, attingendo ai contributi previsti dall'articolo 13 della legge regionale 17 del 1990: nel dettaglio, oltre 2 milioni e 564 mila euro nel 2014, circa 1 milione e 850 mila nel 2015 e 2 milioni e 474 mila nel 2016- aggiunge Aricò- La condizione per usufruire di questi fondi è l'aver previsto l'erogazione a favore degli addetti alla polizia municipale di un'indennità calcolata secondo ben precisi riferimenti di legge".

Il capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima sottolinea: "Secondo fonti sindacali di questi stanziamenti- nonostante le certificazioni del Comune di Palermo- nulla è arrivato ai vigili urbani legittimi beneficiari, nonostante le ripetute e legittime sollecitazioni ad avere chiarimenti sulla fine che hanno fatto questi fondi". Nell'interrogazione, quindi, nel caso in cui fosse confermato questo mancato versamento delle indennità, Aricò chiede l'invio di ispettori al Comune di Palermo, per verificare "il motivo per cui questi fondi non sono stati assegnati ai legittimi beneficiari, che destinazione finale hanno avuto nonostante la certificata finalità ed eventuali responsabilità in sede civile e/o penale, da parte del Comune di Palermo".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogazione di Aricò: "Indennità non versate ai vigili urbani di Palermo, la Regione invii ispettori"

PalermoToday è in caricamento