Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Incendi, una seduta dedicata all’Ars: Miccichè convoca l’Aula per discutere col governo dell’emergenza 

Se ne parlerà domani alle 11. Nella prima seduta dopo le ferie, durata poco più di un’ora, il parlamento regionale ha approvato anche un provvedimento che autorizza gli enti locali siciliani a posticipare la chiusura dei bilanci

L’emergenza incendi arriva finalmente all’Ars. Richiesta da numerose forze politiche già nel mese di agosto, la seduta straordinaria del parlamento regionale non si era potuta tenere per via dei lavori di ammodernamento tecnologico che si sono svolti durante l’estate in sala d’Ercole. Ora, il presidente Gianfranco Micciché, d’accordo con l’assessore al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, ha convocato l’Aula per domani, giovedì 16 settembre, alle 11, per affrontare la discussione sui roghi che quest'estate hanno devastato diverse zone della Sicilia, come il territorio delle Madonie, nel Palermitano, creando ingenti danni a imprese e famiglie.

Si è chiusa così la prima seduta dell’Assemblea regionale siciliana dopo le vacanze estive. Una seduta durata poco più di un’ora in cui la priorità, a detta dello stesso presidente Miccichè, è stata l’approvazione da parte dei deputati del provvedimento con cui la giunta Musumeci ha autorizzato gli enti locali siciliani in difficoltà economico-finanziarie a posticipare il termine per l’approvazione degli esercizi finanziari. “Si tratta di un parere atteso da centinaia di comuni in tutta l’Isola”, ha precisato in aula il presidente, riferendosi alla difficoltà di molti enti locali in dissesto e in pre-dissesto di chiudere i bilanci entro il 31 luglio.

Incardinati anche due testi che saranno discussi la prossima settimana, dopo il termine per la presentazione degli emendamenti: il rendiconto per il 2019 della Regione siciliana, pronto dopo il contestato giudizio di parifica della Corte dei Conti, e il disegno di legge sui forestali, col prolungamento delle giornate di lavoro per una spesa di 1,5 milioni, come precisato dal presidente della commissione Bilancio di Palazzo dei Normanni, Riccardo Savona. 

Richiesta da alcuni deputati la discussione urgente relativa ai servizi per l'assistenza igienico-personale agli studenti disabili. "Malgrado gli sforzi in finanziaria per reperire le risorse utili a garantirli, ci risiamo. L'anno scolastico riparte nel caos per centinaia di studenti diversamente abili degli istituti di secondo grado che adesso devono imbattersi in una burocrazia da paura”, ha detto il deputato leghista Vincenzo Figuccia. Sullo stesso tema anche la collega di partito Marianna Caronia e la presidente del gruppo dell’Udc, Eleonora Lo Curto. Micciché ha garantito l’impegno dell’Ars per provare ad affrontare la questione già domani nonostante abbia comunicato all’Aula che l’assessore alla Famiglia e alle Politiche sociali, Antonio Scavone, non potrà essere presente in quanto ha subito il grave lutto della perdita della madre.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi, una seduta dedicata all’Ars: Miccichè convoca l’Aula per discutere col governo dell’emergenza 

PalermoToday è in caricamento