rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

In consiglio comunale la delibera per la nascita del cimitero per animali domestici

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ancora un passo avanti per l'istituzione a Palermo di un cimitero per cani e gatti. È stata, infatti, inserita all'ordine del giorno del Consiglio Comunale l'apposita proposta di delibera per il funzionamento e la gestione del cimitero per animali d'affezione, presentata della consigliera Federica Aluzzo, condivisa dal presidente della Quinta commissione consiliare Fausto Torta e dai consiglieri Maurizio Lombardo, Nicolò Galvano e Gaspare Lo Nigro e sostenuta anche dal sindaco Leoluca Orlando. La proposta è già stata mandata al vaglio delle altre Commissioni competenti (prima e quarta) ed a tutti i consigli di circoscrizione, in alcuni dei quali (consigli della terza e ottava circoscrizione) è stato avviato un confronto per approfondimenti.

La proposta prevede, fra l'altro, che i terreni da utilizzare siano del Comune, o consorzi di comuni e confiscati alla mafia, perché la legge n.15 del 2000 esclude l'utilizzo di terreni privati. Nella proposta di deliberazione è previsto che questi possano, comunque, essere gestiti da associazioni o da privati che intendano sviluppare il progetto. Il cimitero riguarda cani, gatti e altri animali d'affezione non superiori a un metro e sessanta di lunghezza e centodieci kg di peso.

"Dopo la creazione dell'area sgambatura cani alla Favorita, la più grande d'Italia (più di 6.000 mq), - sottolinea la consigliera Aluzzo - questo è un'ulteriore progetto che stiamo seguendo con passione e determinazione. Mi auguro che la proposta di delibera venga votata al più presto dal Consiglio comunale, essendo un atto di civiltà di cui beneficerebbe non soltanto chi possiede animali, ma tutta la città, per gli indubbi risultati che l'istituzione di un cimitero per animali domestici comporterebbe anche in termini di igiene e sanità pubblica: si eliminerebbe, tra l'altro, l'imbarazzo di sentirsi dei fuorilegge, come tutt'oggi vengono considerati i cittadini nel momento in cui scavano una fossa per un animale per che magari hanno considerato per anni come membro di famiglia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In consiglio comunale la delibera per la nascita del cimitero per animali domestici

PalermoToday è in caricamento