Non solo Orlando, su Sea Watch anche Miccichè contro Salvini: "Peggio di Hitler"

A fare "accendere" il presidente dell'Assemblea regionale è la decisione del governo di non fare attraccare nei porti italiani l'imbarcazione con 47 migranti salvati in acque libiche. Il vicepremier: "Ha bisogno di studiare la storia e di un dottore"

Gianfranco Miccichè

Prima era quasi un duello, Orlando contro Salvini, adesso sembra essere una partita a tre. Ancora una volta il presidente dell'Ars e commissario di Forza Italia in Sicilia, Gianfranco Miccichè, si è schierato contro il vicepremier per le sue decisioni in materia di immigrazione. “A questo signore hanno detto di far scendere i bambini dalla nave Sea Watch e ha risposto di no. Salvini è peggio di Hitler. Quando dice 'prima gli italiani' mi fa impazzire - tuona il forzista - perché Hitler diceva prima gli ariani, uguale". 

A fare "accendere" il presidente dell'Assemblea regionale è la decisione del governo di non fare attraccare nei porti italiani l'imbarcazione con 47 migranti salvati in acque libiche e che ormai da giorni cerca un approdo. Posizione criticata dalle associazioni umanitarie e dal sindaco Leoluca Orlando, che fino a stamani, si è espresso contro Salvini.

"Salviamo i migranti della Sea Watch": nuovo attacco di Orlando a Salvini“

Parole che pesano quelle di Miccichè, che ha rincarato la dose. Da Mazara del Vallo, dove si sta tenendo la conferenza per i 25 anni dalla nascita di Forza Italia, cha aggiunto: "Questa storia dell’immigrazione non può finire così. E’ pericolosissimo che Salvini vieti ai bambini di sbarcare: ma che uomo sei?".

miccichè-8Secondo Miccichè "Forza Italia si può alleare con la Lega, ma in Sicilia sull’immigrazione dobbiamo essere noi a dire ciò che dobbiamo fare. Non cediamo all’odio collettivo. Non si può avere nella propria proposta politica l’eliminazione dell’altro perché ha il colore della pelle diverso – ha aggiunto - Siamo tutti scuri in faccia e non mi sembra che Salvini sia un ariano. Siamo antropologicamente diversi dalla Lega. In Sicilia siamo 5 milioni, altri 5 milioni di siciliani sono nel resto d’Italia e altri 50 milioni nel mondo. Siamo noi gli emigranti. È assurdo che ci vengono a chiedere se siamo favorevoli o no ai migranti. Ciascuno di noi ha un parente che è stato costretto a lasciare la Sicilia per mancanza di lavoro”.

La replica è arrivata tramite social. Salvini ha postato sulla propria bacheca Facebook un articolo che riprendeva le affermazioni di Miccichè, con un commento lapidario: "Questo signore (di Forza Italia) ha bisogno di studiare la storia, ma soprattutto ha bisogno di un dottore, ma uno bravo".  

"A proposito di storia - controreplica Miccichè -. Gino Bartali salvò centinaia di rifugiati, ebrei, perseguitati, infrangendo, a rischio della propria vita, le leggi razziali di Mussolini. Oggi, come allora, se salvare vite umane equivale a violare le leggi, allora siamo tutti orgogliosamente criminali”.

salvini miccichè-2

Sea Watch, chi sono i 13 minori a bordo. Blitz di tre parlamentari sulla nave

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento