menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Immigrazione, Consulta per la pace aderisce a campagna popolare per nuova legge

Si chiede, tra le altre cose, di introdurre il permesso di soggiorno temporaneo di 12 mesi per facilitare l'incontro tra lavoratori stranieri e datori di lavoro italiani

La Consulta della Pace del Comune ha reso noto che il portavoce Francesco Lo Cascio ha firmato la legge di iniziativa popolare per la modifica dell'attuale normativa in materia di migrazioni, la cosiddetta "Bossi-Fini". La proposta è sostenuta da una vasta rete di associazioni e movimenti. 

La proposta di legge si propone come una nuova normativa quadro sull'immigrazione e si sviluppa sui principi di "accoglienza, lavoro, integrazione, diritti". Chiede di introdurre il permesso di soggiorno temporaneo di 12 mesi per facilitare l'incontro tra lavoratori stranieri e datori di lavoro italiani; la reintroduzione del sistema dello sponsor, previsto dalla Turco-Napolitano; un permesso di soggiorno per le persone che hanno saputo integrarsi, hanno comprovati legami familiari o assenza di legami nei paesi di origine. Tra le altre misure, sul piano delle misure di welfare, la piena equiparazione per il diritto alla salute, la garanzia di conservare tutti i diritti pensionistici in caso di rimpatrio volontario.

La campagna è promossa da Radicali Italiani, Fondazione Casa della carità, Acli, Arci, Asgi, Centro Astalli, Cnca, A Buon Diritto, Cild, con il sostegno della Caritas Italiana e della Fondazione Migrantes e della Comunità di Sant'Egidio. La campagna è già sostenuta da oltre 100 sindaci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento