rotate-mobile
Politica

Immigrazione, M5S: "Palermo non ha bisogno di hotspot"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La tutela dei diritti umani per noi viene prima di tutto. Per questo non crediamo che l’hotspot che vogliono costruire a Palermo, struttura chiusa, caratterizzata da un forte controllo di polizia e con un divieto assoluto di ingresso, sia lo strumento adatto per accogliere e aiutare i migranti". Lo afferma Ugo Forello, capogruppo del M5S al Comune, secondo il quale "Palermo non ha bisogno di luoghi in cui vengono violati i diritti fondamentali e che offrono poche garanzie a chi vi è ospitato. Oltretutto l’area individuata, vicino lo Zen 2, è sottoposta a vincolo perché sorge su verde storico, in una zona prossima a quanat e necropoli. Si parla di più di 7 milioni per due anni per la sola realizzazione dell’opera, una cifra enorme per qualcosa, sulla carta, di temporaneo che rischia di creare una periferia nella periferia, marginalizzando ancora di più chi vive lontano dal centro di Palermo”.

Gli esponenti del Movimento 5 Stelle stamani hanno partecipato alle riunioni delle commissioni consiliari sul tema. Presente, in commissione Urbanistica e Lavori Pubblici, Giulia Argiroffi e, in commissione Solidarietà sociali, Antonino Randazzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrazione, M5S: "Palermo non ha bisogno di hotspot"

PalermoToday è in caricamento