Rifondazione comunista boccia l'Orlando V: "Giunta debole e a tempo"

La neonata squadra di governo messa insieme dal sindaco Leoluca Orlando nel mirino di Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista: "A questo punto il nostro compito è vigilare senza fare sconti, affinché il programma venga rispettato"

Vincenzo Fumetta

"Questa nuova Giunta non rappresenta di certo la fotografia che è uscita dalle urne lo scorso 11 giugno. E’ evidente che in questa fase hanno avuto il sopravvento forze che guardano più alle prossime elezioni regionali e agli interessi che vi ruotano intorno piuttosto che a Palermo e alla richiesta di continuità amministrativa che la maggioranza dei palermitani ha chiesto con il voto". La neonata squadra di governo messa insieme dal sindaco Leoluca Orlando è finita subito nel mirino di Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista.

LEGGI ANCHE: LA NUOVA GIUNTA ORLANDO: CONFERMATI 4 ASSESSORI, MARINO VICESINDACO

La nuova Giunta ha due assessori in meno rispetto alla precedente (8 anziché 10), per effetto della stessa riforma regionale che ha abbassato da 50 a 40 i consiglieri comunali a Sala delle Lapidi; ma soprattutto non ha esponenti politici provenienti dai partiti. Degli uscenti, sono stati riconfermati solamente Emilio Arcuri, Giovanna Marano, Sergio Marino e Andrea Cusumano. (ORLANDO PRESENTA LA NUOVA GIUNTA - VIDEO)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Fumetta "Il fatto che solo tre assessori su otto mantengano le proprie deleghe è il segno che la continuità in alcuni settori è terminata ancora prima di iniziare e il segnale che si dà alla città – continua Fumetta - è quello di aver fatto una giunta debole, che ha il solo compito di tirare a campare fino alle prossime elezioni regionali". Rifondazione Comunista parla senza mezzi termini di "errore strategico. Al contrario e fin da subito si sarebbe dovuto continuare nell'azione amministrativa intrapresa, portando a termine e rendendo irreversibili alcuni progetti già in itinere. Invece – conclude Fumetta - si è scelto per il momento di archiviare tutto. A questo punto il nostro compito è vigilare senza fare sconti, affinché il programma con cui il sindaco si è presentato alle elezioni venga rispettato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento