Politica

Soldi delle multe per pagare i servizi aggiuntivi dei comunali: la Giunta recupera 6 milioni

Approvato un maxi emendamento al bilancio 2019 per finanziare il Fondo efficienza servizi: 1,5 milioni saranno erogati quest'anno, il resto nel 2020 e 2021. Riprende la trattativa coi sindacati sul contratto decentrato. Orlando: "Facciamo fronte alle conseguenze negative dei rilievi mossi dal Mef"

Palazzo delle Aquile

I soldi incassati con le multe agli automobilisti verranno utilizzati per pagare il salario accessorio dei dipendenti comunali. Lo ha deciso la Giunta comunale, che ieri ha approvato un maxi emendamento al bilancio 2019 per finanziare il Fondo efficienza servizi. Ovvero le risorse che vengono corrisposte ai lavoratori del Comune, in aggiunta allo stipendio, per servizi quali turnazione, reperibilità, maneggio valori, attività su strada svolte dai vigili urbani di sabato, domenica e festivi, lavori pomeridiani in musei, cimiteri e impianti sportivi.

Il maxi emendamento verrà predisposto dalla Ragioneria generale e dovrà essere approvato dal Consiglio comunale. Le somme reperite ammontano in totale a 6 milioni di euro: 1,5 milioni verranno erogati nel 2019, 2 milioni nel 2020 e 2,5 nel 2021. La gestione del Fondo efficienza servizi è uno dei rilievi contestati dal ministero dell'Economia al Comune. Secondo gli ispettori del Mef, tra il 2012 e il 2017, l'amministrazione comunale ha erogato 7 milioni di euro senza il visto dell’Organismo indipendente di valutazione (Oiv). Soldi che vanno restituiti e che Palazzo delle Aquile ha dovuto decurtare dal fondo 2018, a seguito della verifica amministrativo-contabile. Decisione che ha innescato un braccio di ferro con i sindacati, che non hanno voluto firmare il contratto decentrato.

Lo stallo ha portato allo stop di alcuni servizi. La delibera di Giunta riapre di fatto la trattativa con i sindacati sul contratto decentrato. E fa tornare il sereno nei rapporti tra il Comune e i rappresentanti dei lavoratori. Una mossa politica che il sindaco Leoluca Orlando ha fortemente voluto per avere al fianco i sindacati nello scontro senza precedenti con il Mef sul personale dichiarato in esubero. 

"Abbiamo individuato delle somme - ha dichiarato Orlando - che permettono quest'anno e permetteranno nei prossimi anni di far fronte alle conseguenze negative dei rilievi mossi dal Mef sul fronte dei servizi essenziali ai cittadini e della corresponsione ai dipendenti delle giuste spettanze. Resta tutta aperta la vicenda, ancor più grave e delicata, di quelli che secondo il Mef sarebbero di fatto esuberi di personale. Una vicenda sulla quale l'amministrazione non potrà arretrare di un centimetro sia per la tenuta dei servizi sia per il rispetto dei diritti acquisiti dei lavoratori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi delle multe per pagare i servizi aggiuntivi dei comunali: la Giunta recupera 6 milioni

PalermoToday è in caricamento