Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Orlando alle celebrazioni del 25 aprile: "Palermo riferimento dell’antifascismo e dell’antirazzismo”

Il primo cittadino ha partecipato alla cerimonia che si è svolta al Giardino Inglese: "Rendiamo omaggio a chi ha sacrificato la propria vita per il cammino di liberazione"

Come tradizione, si è svolta ieri al Giardino Inglese la cerimonia in occasione del 25 aprile con la deposizione delle corone dell'associazione nazionale partigiani d'Italia e delle autorità alla lapide dei caduti della Resistenza di Cefalonia e al cippo di Pompeo Colajanni. Presente il sindaco Leoluca Orlando.

“Anche quest’anno – ha detto Orlando – il 25 aprile è una straordinaria occasione per fare memoria di una lotta di liberazione che ha creato le condizioni di una costituzione repubblicana che riconosce i diritti di tutti e di ciascuno. Fare memoria di quel 25 aprile significa rendere omaggio a chi ha sacrificato la propria vita per il cammino di liberazione, ma è anche un modo per ricordare che Palermo, ieri come oggi, è capitale anche dei diritti di tutti e di ciascuno riconosce una unica razza umana rifiutando le logiche razziste di chi divide la persona umana secondo il colore della pelle o la religione. Oggi Palermo più che mai è orgogliosamente e irreversibilmente punto di riferimento dell’antifascismo e dell’antirazzismo”.

Al termine, un corteo si è snodato da via Libertà a piazza Verdi, dove, sulla scalinata del Teatro Massimo si è esibita la Corale “San Sebastiano” della polizia municipale. Il corteo si è poi spostato a Palazzo delle Aquile, dove è stata deposta una corona alla lapide, collocata nel 2015, e dedicata alla Resistenza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orlando alle celebrazioni del 25 aprile: "Palermo riferimento dell’antifascismo e dell’antirazzismo”

PalermoToday è in caricamento