Politica

Dopo il flop elettorale Giambrone torna in Gesap, l'assemblea respinge le dimissioni

Aveva lasciato l'incarico alla fine di gennaio in virtù della candidatura come capolista Pd alla Camera. Le urne però non sono state generose. La società che gestisce l'aeroporto palermitano ha quindi deciso di riaffidargli il "vecchio" ruolo

Fabio Giambrone

Il ripescaggio dopo la sconfitta elettorale. Ritorno al passato per la Gesap. La società che gestisce l'aeroporto palermitano ha respinto le dimissioni di Fabio Giambrone, riaffidandogli la presidenza. Giambrone aveva lasciato l'incarico alla fine di gennaio. Una decisione presa dopo l'ok della direzione nazionale del Pd alla candidatura come capolista alla Camera. Le urne però non sono state generose e Giambrone è rimasto fuori dal Parlamento nazionale.

"In questi quattro anni - aveva detto Giambrone nel corso della conferenza stampa indetta per ufficializzare la decisione - l'aeroporto di Palermo ha cambiato pelle, ma c'è un tempo per ogni cosa: lascio la società con un bilancio in utile,  un aumento di passeggeri costante negli anni, nuove infrastrutture e 80 rotte che collegano Palermo con il resto del mondo. E' stata una decisione sofferta. Indietro non si torna: questo è l'appello che lancio al Cda e a chi mi sostituirà". 

Ma dopo un mese e mezzo la decisione della Gesap. "L’assemblea dei soci della Gesap nel prendere atto oggi delle dimissioni da consigliere e presidente del Consiglio di amministrazione della società, presentate lo scorso gennaio da Fabio Giambrone - recita una nota - ha ritenuto che sussistono primarie ragioni di interesse per la Gesap a dare continuità all’organo amministrativo nella sua originaria composizione, per le importanti iniziative in corso previste dal piano industriale ed in vista della imminente approvazione del bilancio di esercizio 2017 e alle conseguente scadenza di tutti gli organi di gestione della Gesap. Pertanto, acquisita la preventiva disponibilità di Fabio Giambrone a proseguire il proprio impegno nella società, ha respinto le dimissioni all’unanimità dei soci presenti - Città metropolitana di Palermo, Comune di Palermo, Camera di Commercio di Palermo ed Enna, Comune di Cinisi, Sicindustria, Federazione regionale Agricoltori, Unione provinciale Agricoltori  - e ha deliberato di confermare Fabio Giambrone quale componente del Cda della Gesap, fino alla scadenza già fissata in coincidenza con la approvazione del bilancio di esercizio 2017. Immediatamente dopo l’assemblea, nella seduta di Consiglio di amministrazione, nel prendere atto della volontà espressa dai soci, all’unanimità dei componenti, Giambrone è stato riconfermato a ricoprire la carica di presidente".

Le reazioni

Cisal - Per la Cisal "la conferma di Giambrone alla guida della Gesap è la migliore delle soluzioni possibili anche e soprattutto alla luce dell’ottimo lavoro svolto dallo stesso e da tutto il Cda per fare uscire dalla palude la stessa società di gestione travolta negli ultimi anni da scandali, inchieste giudiziarie, arresti e gestioni improntate a tutto fuorché alla valorizzazione del personale interno e alla salvaguardia dei bilanci aziendali". "La decisione della assemblea dei soci - afferma in una nota Gianluca Colombino, segretario confederale della Cisal Palermo -  di respingere le sue dimissioni recentemente rassegnate e di riconfermarlo nel ruolo consente alla stessa Gesap di proseguire in regime di continuità e senza rallentamenti, verso quel percorso di crescita, definizione delle opere necessarie e di piena valorizzazione commerciale dello scalo. Tutto ciò rappresenta a nostro avviso la migliore garanzia sia per la piena salvaguardia dei livelli occupazionali dei lavoratori che per il miglioramento costante della qualità dei servizi resi ai passeggeri in transito presso lo stesso scalo. Da domani stesso - conclude Colombino - la segreteria insieme al coordinamento delle rsa aziendali guidato da Domenico Micale chiederà allo stesso presidente Giambrone e all’amministratore delegato Mistretta un incontro per proseguire nel percorso di definizione delle vertenze legali in atto, contenziosi generati dalla “leggerezza “ di gestioni passate. Avviando da subito il confronto per addivenire a un accordo integrativo aziendale che garantisca una maggiore produttività alla stessa azienda e al contempo il giusto premio alle legittime aspettative dei lavoratori dello scalo".

Chinnici - "Volevo esprimere la mia soddisfazione per la riconferma di Fabio Giambrone alla presidenza della Gesap. E' una buona notizia per la città di Palermo soprattutto alla luce degli straordinari risultati raggiunti in questi anni. A Fabio il mio augurio di buon lavoro". Lo afferma il capogruppo del Pd al Comune di Palermo, Dario Chinnici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il flop elettorale Giambrone torna in Gesap, l'assemblea respinge le dimissioni

PalermoToday è in caricamento