Lunedì, 15 Luglio 2024
Politica

Totò Cuffaro spiega la sua gaffe: "Avevo bevuto e ho confuso 'dream' con 'drink'"

Il segretario nazionale della Dc motiva così il suo scivolone: "Venivo dall’aver assaggiato i miei vini e per un attimo ho avuto un lapsus"

Ha citato (male) Martin Luther King e a distanza di qualche ora, Totò Cuffaro, motiva il suo errore nel corso di un'intervista concessa a Tv Europa, addebitandolo all'alcol. Dopo l'ormai celebre "I am drink", che in questi giorni ha fatto il giro del web, il segretario nazionale della Dc si giustifica: "Altre 70 volte ho sempre citato la frase giusta “I have a dream” che per la verità ho coniugato al plurale “We have a dream”, pensando a tutti e non a me stesso".

"I have a dream" (io ho un sogno) è il titolo del discorso tenuto da Martin Luther King Jr. il 28 agosto 1963 davanti al Lincoln Memorial di Washington alla fine di una manifestazione per i diritti civili nota come la marcia su Washington per il lavoro e la libertà. "Nella confusione di questa intervista - ha detto Cuffaro - venivo dall’aver assaggiato i miei vini e pensando alla qualità del “drink” del mio vino, per un attimo ho avuto un lapsus citando la qualità del “drink”, piuttosto che la qualità del “dream”, ma solo un simpaticissimo e gustoso lapsus tra “dream” e “drink”. Ma beviamo e divertiamoci insieme".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Totò Cuffaro spiega la sua gaffe: "Avevo bevuto e ho confuso 'dream' con 'drink'"
PalermoToday è in caricamento