Politica

Grande Sud, Franco Mineo lascia il partito

L'ex deputato regionale rompe con il leader Miccichè e abbandona il partito. Con lui potrebbero andar via altri dirigenti e amministratori. Tra questi è certo il figlio Andrea, capogruppo a Sala delle lapidi

Fuga da Grande Sud. Dopo Tamajo, Bufardeci, Cimino e Savona, anche Franco Mineo rompe con Gianfranco Miccichè e abbandona il partito. La conferma arriva attraverso una nota dello stesso ex deputato regionale. "Dopo venti anni di militanza politica vicino alle posizioni di Gianfranco Miccichè - si legge nel breve comunicato - da Forza Italia a Grande Sud,  Francesco Mineo, ex parlamentare regionale, approda alla storica rottura". Le motivazioni del divorzio, che saranno spiegate martedì in una conferenza stampa, non sono di difficile lettura. Quasi certamente sotto accusa dovrebbero esserci la compilazione delle liste per le politiche e l'accordo del partito con il Pdl di Berlusconi, e dunque la Lega. Mineo potrebbe essere seguito anche da altri dirigenti e amministratori del partito: tra questi è certo il figlio Andrea, attualmente consigliere comunale e capogruppo di Grande Sud a Sala delle lapidi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande Sud, Franco Mineo lascia il partito

PalermoToday è in caricamento