Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Mineo: "Miccichè ha svenduto il progetto di Grande Sud"

L'ex deputato regionale lascia il partito e attacca il leader arancione: "Come fa a pensare di far votare per Berlusconi, quando per due anni ha detto che era il nostro nemico?"

Franco Mineo

Franco Mineo conferma quanto annunciato e lascia Grande Sud. Una decisione ufficializzata questa mattina durante una conferenza stampa e maturata dopo la scelta del partito di allearsi con il Pdl alle prossime elezioni politiche. “Ma come si fa - ha detto Mineo - a pensare di far votare per Berlusconi, quando ad ogni riunione, per due anni, Miccichè diceva che proprio Berlusconi ed i suoi alleati erano i nostri nemici?”. L'ex deputato regionale  non ha risparmiato critiche ai dirigenti del suo ormai ex partito. In primis proprio al leader Gianfranco Miccichè. "Micciché – ha detto Mineo - ha scelto di garantire a Berlusconi la maggioranza al Senato. Svendendo il progetto di Grande Sud si è di nuovo alleato con la Lega Nord, che è una zavorra per lo sviluppo del meridione". 

L'ex parlamentare all'Ars punta l'indice anche contro i criteri adottati per la composizione delle liste per le elezioni politiche: “Miccichè ha subìto le candidature altrui, lui che voleva rilanciare il sud sarà invece inserito in un grande contenitore con il Pdl, senza la valenza che pensava di avere. Si è ridotto a fare da notaio a candidature imposte da Schifani, Alfano e Berlusconi. Voleva rilanciare il sud ma non sarà in grado di contrapporre deputati e senatori, perché non ne eleggerà. In passato – ha aggiunto - probabilmente non riuscivo a vedere i suoi errori perché gli volevo bene, ma adesso non riesco ad abituarmi alla sua schizofrenia politica".

Sul suo futuro politico non si sbilancia: “Monti? Mi piace, ma qualsiasi decisione sarà vagliata in maniera collegiale con gli amministratori locali che intendono seguirmi", ha detto Mineo. Riguardo ai rumors che lo hanno accostato al Megafono del governatore Crocetta, afferma: "Non posso andare a sinistra, ma c’è chi guarda anche a Crocetta, valuteremo. Questo pomeriggio, per esempio, ho una riunione a Catania con alcuni ex esponenti di Grande Sud. Decideremo insieme cosa fare”.

Lascia il partito anche Andrea Mineo, figlio dell'ex parlamentare all'Ars, consigliere comunale e capogruppo a Sala delle lapidi: “Oggi – dice Andrea Mineo – mi dimetterò ufficialmente anche da capogruppo. Dopo le regionali era stato assicurato un cambio di passo aperto ai giovani amministratori del partito. Cambio di passo che invece non è stato rispettato: nelle liste per le politiche non sono presenti giovani amministratori, se non in posizioni assolutamente marginali”.

LA REPLICA. Attraverso una nota (LEGGI QUI) il coordinatore provinciale di Grande Sud, Eusebio D'Alì, ha replicato: "Lasciare il partito è una scelta che danneggerà soltanto Mineo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mineo: "Miccichè ha svenduto il progetto di Grande Sud"

PalermoToday è in caricamento