Forza Italia, Micchichè presenta Daniela Ternullo: "Siamo il primo partito in Sicilia"

Il presidente dell’Ars nel corso della conferenza stampa con cui è stata formalmente annunciata l’adesione della parlamentare regionale: "Sono in tanti a volerci..."

Miccichè e Ternullo

“Non c’è alcuna campagna acquisti in corso. Non sollecito l’adesione a Forza Italia di nessuno. Dopo le recenti elezioni amministrative, essendo emerso chiaramente che siamo il primo partito con una proiezione nazionale mi sembra ovvio che siano in parecchi a volere aderire a FI”. Lo ha sottolineato il coordinatore regionale di Forza Italia, e presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, nel corso della conferenza stampa con cui è stata formalmente annunciata l’adesione a Forza Italia della parlamentare regionale Daniela Ternullo.

“La Dc che vuole rifondare Totò Cuffaro per lui è un’emozione, per me invece no”. Miccichè inoltre ha sottolineato che “non sarebbe saggio in questo momento così drammatico, come è l’attuale, chiedere un rimpasto di governo. Però ogni partito ha le proprie esigenze e quindi se chiede di riequilibrare la propria rappresentanza, cambiando qualche assessore, il presidente della regione Musumeci non può non tenerne conto. La collocazione di Forza Italia rimane nell’ambito del centrodestra e mio compito in questa coalizione è quello, di rafforzare l’area moderata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento