Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Forza Italia, tramonta l'era Miccichè: si dimette da coordinatore siciliano

Le sue dichiarazioni: "Ieri ho parlato a lungo con il presidente Berlusconi della difficile e sempre più ingarbugliata situazione nell'Isola". Nominato Caruso

"Ieri mattina ho parlato a lungo con il presidente Berlusconi della difficile e sempre più ingarbugliata situazione siciliana. Per l’amicizia che mi lega da 40 anni e per il bene che voglio a questo partito e alla mia terra ho ritenuto corretto rassegnare le mie dimissioni. A Caruso faccio i miei auguri di buon lavoro". Sono le dichiarazioni di Gianfranco Miccichè che nella tarda serata di ieri ha annunciato le due dimissioni da coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia. 

Una decisione che arriva dopo diverse tensioni all'interno del partito, dalla creazione di due gruppi parlamentari azzurri all'Ars a una lettera firmata da tutti i deputati regionali forzista con cui, nelle scorse settimane, avevano chiesto al presidente Berlusconi la nomina di Marcello Caruso quale commissario. Caruso è già stato responsabile regionale Enti locali e coordinatore provinciale di Forza Italia a Palermo.

Queste le dichiarazioni di Berlusconi in una nota: "Ho ricevuto ieri mattina le dimissioni di Gianfranco Miccichè da coordinatore regionale della Sicilia, motivate da situazioni locali che mi ha ampiamente rappresentato. Prendo atto con dispiacere della sua decisione e lo ringrazio per tutto il lavoro svolto per molti anni nella sua Sicilia come coordinatore della Regione. Gianfranco Miccichè - assicura il Cav- è un esponente di Forza Italia dall’anno della fondazione (1994) e sono certo che continuerà a dare il suo prezioso contributo a me e al nostro partito".

Così invece Giulio Tantillo, presidente del consiglio comunale: "La nomina di Marcello Caruso apre una nuova stagione di unità e impegno per Forza Italia, che potrà con ancora maggiore impulso affrontare le tante esigenze delle nostre comunità a tutti i livelli istituzionali. Dai comuni più grandi e alle comunità più piccole gli amministratori locali di Forza Italia avranno ora, oltre al forte riferimento istituzionale del Presidente della Regione, anche un importante riferimento politico nel partito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia, tramonta l'era Miccichè: si dimette da coordinatore siciliano
PalermoToday è in caricamento