Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Trasparenza: a "Forum pa 2013" un riconoscimento alla Regione siciliana

L’applicazione Geotag dei progetti del PO FESR selezionata come una delle migliori pratiche di trasparenza in Italia. Il riconoscimento è stato assegnato oggi a Roma nell’ambito

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La Regione Siciliana si aggiudica un importante riconoscimento nell’ambito di “Open PA”, l’iniziativa realizzata da FORUM PA e Camera di Commercio di Roma con l’obiettivo di individuare le amministrazioni che hanno mosso dei passi importanti verso la “trasparenza dinamica” o che hanno già raggiunto risultati significativi nel perseguimento dell’accountability, ossia nel rendere conto ai cittadini delle risorse impiegate e dei risultati raggiunti.
Uno dei riconoscimenti di “Open PA”, assegnati oggi a Roma nel corso di FORUM PA 2013, è andato alla Regione Siciliana per l’applicazione Geotag dei progetti PO FESR (https://62.77.59.134/geotag/sicilia/), che rappresenta su mappa tutti i progetti finanziati, localizzati a livello comunale.

Il Geotag dei progetti è un’iniziativa del Progetto “ETICA pubblica nel Sud” (PON Governance 2007-2013) per dare maggiore trasparenza sull’impiego delle risorse finanziarie comunitarie, facilitando l'accesso alle informazioni relative alle opere realizzate con il contributo dell’Unione europea. La Regione Siciliana, per il tramite del Dipartimento della Programmazione, ha aderito all’iniziativa, avviando le attività necessarie alla produzione dei dati nel formato adatto ad alimentare l’applicazione web. Questa associa un oggetto di interesse alle sue coordinate geografiche, in modo da poter facilmente organizzare, ricercare e visualizzare graficamente le informazioni su mappe digitali.

Il prototipo del sistema di georeferenziazione realizzato per la Regione Siciliana prevede di visualizzare tutti i progetti cofinanziati dal PO FESR 2007/2013, localizzati a livello comunale. Le informazioni sui progetti sono state ricavate a partire dai dati a disposizione dell’Ispettorato Generale per i rapporti finanziari con l'Unione Europea (IGRUE) e successivamente approfondite e integrate in collaborazione con i responsabili per l’attuazione degli interventi presso i diversi Dipartimenti. I dati sugli interventi finanziati sono rilasciati in formato aperto (csv) in modo da favorirne il riuso e l'aggregazione. Le segnalazioni dei progetti per il riconoscimento “Open PA” sono state raccolte attraverso due Panel distinti: da una parte gli esponenti di punta di movimenti e organizzazioni attive sul tema della trasparenza, dall’altra gli iscritti alla community di FORUM PA.

“Quando parliamo di trasparenza dinamica – ha spiegato il presidente di FORUM PA, Carlo Mochi Sismondi – pensiamo a un’amministrazione che non dà conto soltanto delle spese sostenute, ma soprattutto del rapporto tra spese e benefici: la domanda non è ‘quanto costa?’,  ma ‘quanto si spende rispetto agli altri e, a parità di spesa, qual è il livello dei servizi?’. Oltretutto, in un Paese davvero aperto e trasparente, ogni cittadino ha il diritto di accedere a tutti gli atti dell’amministrazione non coperti da segreto o non sensibili per la privacy. Questa iniziativa vuole essere, oltre che un riconoscimento, soprattutto uno stimolo per tutte le amministrazioni e i cittadini a lavorare insieme sul tema della trasparenza dinamica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasparenza: a "Forum pa 2013" un riconoscimento alla Regione siciliana

PalermoToday è in caricamento