Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Formazione: sito web in tilt, prorogati i termini per le candidature

Oltre 19 mila le richieste pervenute. L'assessorato: "Dopo l’iniziale rallentamento del sistema, la piattaforma informatica è riuscita a migliorare la gestione dell’elevato flusso di utenza". Tempo per le pre iscrizioni fino al 26 giugno

I troppi accessi hanno mandato in tilt il sito e così in migliaia non hanno potuto formalizzare la pre-iscrizione ai nuovi corsi professionali dell’Avviso 2.Ma se l'avvio non è stato dei migliori, la Regione è corsa ai ripari prorogando i termini. "Partono le preiscrizioni ai corsi di formazione regionale in Sicilia ed è subito crash. Il sistema informatico è andato in tilt e gli utenti non riescono a perfezionare le registrazioni nei siti degli enti di formazione". Avevano denunciato i parlamentari regionali M5S nel pomeriggio.  

Poche ore dopo la rassicurazione da parte dell'assessorato alla Formazione. "II nuovo sistema a Catalogo - viene spiegato in una nota - ha già registrato oltre 19 mila richieste di candidatura da parte degli aspiranti allievi. Dopo l’iniziale rallentamento del sistema, durante le prime ore di funzionamento, grazie all’intervento tempestivo e congiunto del Dipartimento e di Sicilia digitale, la piattaforma informatica è riuscita a migliorare la gestione dell’elevato flusso di utenza. Inoltre, per agevolare la più ampia partecipazione degli stessi, sono stati prorogati al 26 giugno i termini previsti per la candidatura e per la pre-iscrizione degli allievi ai corsi di formazione professionale. A partire invece dalle 12.di lunedì 11 giugno, i candidati potranno confermare la pre-iscrizione presso l’ente di formazione prescelto. Da tale data, gli enti potranno accedere alla piattaforma per completare la procedura, anche ai fini della richiesta della riserva delle somme, al momento non ancora avviata da nessun ente".

“Sebbene dal Dipartimento in questione sottolineino come non si tratti di un click-day, e che quindi ci sarà tempo fino al prossimo 26 giugno per iscriversi ai corsi, con la mia interrogazione parlamentare - afferma Rossana Cannata, del gruppo parlamentare di Forza Italia - ho voluto far notare come un semplice malfunzionamento della piattaforma telematica, che non riesce a supportare un carico dati elevato, possa diventare un vero e proprio calvario per le imprese e in generale per i destinatari degli avvisi. È necessario che vengano potenziate le piattaforme gestionali – conclude Cannata – o che, ancor meglio, si tenga conto con altri metodi di valutazione, della reale bontà dei progetti presentati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione: sito web in tilt, prorogati i termini per le candidature

PalermoToday è in caricamento