menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disabili, "Fondi a rischio": Confintesa chiede un'interrogazione urgente all'Ars

Un mese dopo l'approvazione della finanziaria l'iter per avere l'assistenza non è ancora noto. Il Commissario Antonio Russo: "Le dichiarazioni di alcuni esponenti del Governo Regionale sono insufficienti a non creare allarmismo"

Quasi un mese dopo l'approvazione della finanziaria, sui fondi destinati ai disabili non c'è ancora nessuna certezza. Non si conoscono le risorse a disposizione e le modalità con cui chi ha scelto di non accettare l'assegno di cura 1.500 euro al mese stanziato dal Governatore Rosario Crocetta, preferendo l'operatore, avrà l'assistenza. Inoltre, spiega in una nota il segretario di Confintesa Palermo e Sicilia, Domenico Amato, "l’iter che porterà alla fruizione di questi fondi, erogati dall'ente intermediario finanziario regionale - Irfis - sarà un cammino lungo, insidioso e non privo di blocchi che potrebbero arrivare dalla Banca d’Italia e dal Consiglio dei Ministri che potrebbe impugnare la finanziaria regionale".

Per questo Confintesa Palermo e Sicilia chiede un'interrogazione urgente all'Ars. “È inaudito che non ci sia certezza dei fondi e dei tempi di erogazione - afferma il segretario Domenico Amato - . Ancora una volta vediamo chiaramente l’importanza che il Governo Regionale dà a chi ha veramente bisogno di aiuto”.

Condivide le stesse perplessità anche il Commissario Confintesa per le Autonomie, Antonio Russo: "Le dichiarazioni di alcuni esponenti del Governo Regionale, che assicurano la presenza della somma da erogare, è insufficiente a non creare allarmismo. Ci sono migliaia di disabili che non possono più attendere vacui giochi di potere”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento