menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Corte dei conti dice sì: in arrivo 18 milioni per interventi da Brancaccio allo Zen

La delibera del Cipe è esecutiva. In totale saranno 58 i milioni del "Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020", di cui 40 destinati alla provincia e il resto alle periferie cittadine. Orlando: "Apprezziamo la velocità delle procedure poste in atto dal Governo"

Piovono milioni di euro di finanziamenti pubblici sulle periferie e sulla provincia palermitana: la delibera Cipe sul "Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 è stata registrata dalla Corte dei conti ed è quindi diventata esecutiva. Questo vuol dire che la città metropolitana di Palermo riceverà 58 milioni di euro. Di questi, 18 saranno utilizzati per la riqualificazione di San Filippo Neri (Zen), Tommaso Natale, Sferracavallo, Partanna-Mondello dove sono previsti interventi nei giardini pubblici, all'illuminazione, alla viabilità e nei presidi territoriali delle forze di polizia. Prevista inoltre la realizzazione di un polo scolastico superiore a Brancaccio e nei beni confiscati in uso alla Prefettura. 

"I progetti che riguardano la provincia - spiegano dal Comune - per un totale di 40 milioni di euro, sono stati scelti basandosi esclusivamente sul criterio della esecutività e dell'immediata cantierabilità, con una ricognizione pubblica avvenuta lo scorso agosto 2016". Era stato il ministro Claudio De Vincenti, titolare della delega sul Mezzogiorno, durante la sottoscrizione del Patto per il Pon Metro Città di Palermo lo scorso 21 gennaio a Palazzo Comitini, ad anticipare la deliberazione del Cipe che puntualmente è stata adottata.

"Dopo il Pon Metro e il Patto per la Città di Palermo, si tratta del terzo intervento finanziario, di grandissimo rilievo, del Governo nazionale nel territorio della Città metropolitana - commenta il sindaco Leoluca Orlando -. Apprezziamo l'attenzione, ma in particolare la velocità e puntualità delle procedure poste in atto dal Governo. E' un cambio di metodo. Non più annunci, ma concreta azione amministrativa sinergica tra il Governo, la Città di Palermo e la sua Città metropolitana, che consente di dotare i territori di risorse certe per lo sviluppo e la riqualificazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento