Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Caso firme false, Di Vita: “Finita la sospensione, torno nel M5S”

La deputata palermitana alla Camera si era autosospesa dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle e conseguentemente era passata al Gruppo Misto

“Essendo terminata la sospensione cautelare dal Movimento 5 Stelle che mi era stata assegnata, il 1° giugno, dal Collegio dei Probiviri, ho avviato le procedure per rientrare nel gruppo parlamentare”. Lo annuncia la deputata palermitana alla Camera, Giulia Di Vita, che si era autosospesa dal gruppo parlamentare M5S e conseguentemente era passata al Gruppo Misto. La sospensione era dovuta al caso firme false scoppiato a Palermo un anno fa. La parlamentare, nonostante nell’ultimo periodo non abbia più fatto parte del gruppo del M5S "per 12 mesi complessivi - come fa sapere in una nota - ha mantenuto l’impegno con gli elettori e ha continuato a restituire parte del suo stipendio, somma a oggi pari a 226.154 euro".

“Mi pare coerente e dignitoso poter almeno concludere il mio mandato parlamentare nelle fila del gruppo con cui sono stata eletta e per cui da 5 anni lavoro per il bene del Paese – afferma Di Vita -. Continuo la mia attività seguendo i principi originari del Movimento 5 Stelle; ho continuato, ad esempio, la rendicontazione delle spese e la restituzione al fondo per il microcredito anche dal Gruppo Misto. Non serve una etichetta per aderire a un progetto rivoluzionario di cambiamento della politica. Basta solo crederci”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso firme false, Di Vita: “Finita la sospensione, torno nel M5S”

PalermoToday è in caricamento