rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Finanziaria: Ars approva agevolazioni aggiuntive per le Zes, ok anche agli aiuti per ex Pip e Asu

Regime fiscale ulteriormente agevolato a favore degli investimenti nelle Zone economiche speciali della Sicilia e semaforo verde per la norma che garantisce la proroga per precari

Ok dell'Ars alle agevolazioni in favore delle imprese localizzate nelle Zone economiche speciali (Zes) della Sicilia e alla norma che garantisce la proroga per i lavoratori precari ex Pip e Asu. Il governo, inoltre, è riuscito a rimediare allo scivolone di ieri, quando l'Aula aveva soppresso un articolo che destinava oltre cinque milioni di euro per una risoluzione bonaria di due controversie che vedevano come protagonista la Regione. Un emendamento a firma dell'esecutivo Musumeci, approvato questa volta da Sala d'Ercole, autorizza la spesa che ieri era stata cancellata. 

Le agevolazioni per le Zes

La norma introduce un regime fiscale ulteriormente agevolato a favore degli investimenti nelle Zes che vengono parametrati ai ricavi delle vendite e delle prestazioni derivanti dall'attività svolta dall'impresa. “Il Governo Musumeci, nel solco dell’impegno profuso a supporto delle Imprese che investono in Sicilia, ha proposto una misura che rafforza l'attrazione degli investimenti in Sicilia, grazie a fiscalità di sviluppo e a contributi alle assunzioni. Le Zes siciliane diventano così le più vantaggiose d'Italia”, così il vicepresidente e assessore all’Economia, Gaetano Armao.

"Un importante risultato che domani - afferma l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano - in rappresentanza della Regione porterò sul tavolo del comitato d’indirizzo della Zes Sicilia orientale che si insedierà domani ad Augusta. Il Comitato d’indirizzo - spiega Turano -  è di fatto la struttura di governo della Zes che consentirà la reale partenza delle Zes siciliane. Domani ad Augusta per la "Zes Sicilia orientale" e il 25 maggio a Palermo per la "Zes Sicilia occidentale"  per conto del governo della Regione, presenterò ai comitati d’indirizzo il rafforzamento delle agevolazioni voluto dal Governo regionale che completano il quadro degli incentivi nazionali determinati dal decreto legge 36".

Proroga per i lavoratori precari ex Pip e Asu

Semaforo verde, infine, anche per la norma che garantisce la proroga per i lavoratori precari ex Pip e Asu, che da questa mattina protestano davanti a palazzo dei Normanni. "Ci aspettavamo una proposta vera in seno alla Finanziaria, anzitutto sulle coperture, perché anche il testo base e l'articolo non fanno chiarezza sui famosi 15 milioni che dovrebbero esserci a sostegno della stabilizzazione degli Asu - afferma il deputato regionale del Pd Anthony Barbagallo -. Il 7 giugno si pronuncerà la Corte costituzionale e nel caso in cui in cui la pronuncia sarà favorevole, occorrerà la copertura di 15 milioni per il 2022. Non è il momento di emendamenti farlocchi, ma servono dati certi".

 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziaria: Ars approva agevolazioni aggiuntive per le Zes, ok anche agli aiuti per ex Pip e Asu

PalermoToday è in caricamento