Teresi (Quinta): "Basta sanzioni per i commercianti onesti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Abbiamo ripreso in mano le nostre vite, le istituzioni hanno accompagno tutti verso una responsabile normalità. Ma non è giusto, ancora una volta, punire i commercianti. Sono tantissime le sanzioni emanate ai danni dei commercianti la cui unica colpa è avere un locale di fronte ad una piazza che di sera si affolla di gente. Non è giusto punire chi non ha potere decisionale su ragazzi che decidono – irresponsabilmente – di occupare un suolo pubblico dove i commercianti non hanno voce. Sono d'accordo nel combattere gli assembramenti, ma perché punire i commercianti? Puniamo chi occupa le piazze senza rispettare la sicurezza, pensiamo a qualche sanzione individuale. Abbiamo autorizzato l'apertura, adesso è ora di tutelare i commercianti".

Si muove così Fabio Teresi, Presidente della V circoscrizione di Palermo, denunciando una situazione ingiusta inflitta ai commercianti di Palermo. Nelle piazze ogni sera c'è sempre il pericolo assembramento, e a pagarne le conseguenze sono i commercianti, che vengono puniti come “promotori” di assembramenti. Chiaro è che la responsabilità sta nel cittadino, ma c'è da chiedersi quale colpa potrebbe mai avere un commerciante che svolge solo il suo lavoro? 
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento