Emergenza Covid, Donato (Lega): "Più tutela per le isole e le categorie svantaggiate"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Grazie all’accoglimento di un emendamento proposto dalla Lega, gli Stati membri dell’Unione europea dovranno destinare le risorse economiche del fondo REACT EU prevalentemente a chi vive nelle regioni insulari, rurali, periferiche, montuose, scarsamente popolate o meno sviluppate. Un intervento importante che favorisce nettamente gli interessi delle isole e delle altre aree svantaggiate del nostro Paese e dell’intera UE, tutelando, al contempo, le categorie più colpite dalla crisi economica”. È quanto afferma l’europarlamentare della Lega Francesca Donato, che ha espresso soddisfazione per l’approvazione di un emendamento, fortemente voluto e proposto dalla Lega, al regolamento europeo sul fondo “React Eu” (per rinforzare la risposta alla crisi da Covid-19 e favorire la coesione territoriale in UE) che assegnerà all’Italia, secondo le stime attuali, circa 13,5 miliardi di euro in due anni, di cui 10,7 nel 2021.

“Un importante risultato - ha aggiunto l’europarlamentare - frutto dell’ottimo lavoro del nostro team negoziale nel trilogo, è inoltre che React Eu potrà essere utilizzato primariamente per il supporto a prodotti e servizi per la salute, ma anche per il mantenimento dell’occupazione, per i liberi professionisti, gli imprenditori, i freelance e i lavoratori di settori fortemente colpiti dalla crisi, come ad esempio turismo e cultura”. “Adesso mi auguro che alcune rigidità, emerse dalle posizioni dei co-legislatori che vogliono inserire condizionalità eccessive nei testi degli accordi di prossima definizione, non rendano vani gli sforzi compiuti sinora. E' necessario che l’UE garantisca in tempi più rapidi, ai Paesi membri, il sostegno finanziario necessario per una risposta efficace alla crisi pandemica in atto”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento