Politica

Il cimitero progettato e mai realizzato a Ciaculli, primo sì dell'Ars al finanziamento

Parere favorevole della commissione Bilancio all'impiego di 15 milioni di euro, risorse "pescate" dal Fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc). Di un nuovo camposanto si parla già dal 2012, ma la discussione si è poi arenata. Negli ultimi mesi l'idea è tornata in primo piano anche alla luce del caos che regna ai Rotoli

Primo sì, della commissione Bilancio all'Ars, al finanziamento di 15 milioni di euro da destinare al cimitero di Ciaculli. La proposta è stata avanzata da Marianna Caronia. Le risorse vengono pescate dal Fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc).

"Dopo diversi anni dalla presentazione del progetto e il diniego dell'Amministrazione Orlando - afferma il presidente della commissione, Riccardo Savona - finalmente si mette un punto a tale scandaloso problema cittadino. Non è possibile che a causa della burocrazia, dal Comune di Palermo ci sia stato uno stallo totale sulla vicenda. A pagarne le conseguenze sono i familiari dei defunti, che non possono garantire una sepoltura dignitosa ai propri cari. Per tale motivo ho preteso che in commissione all'Ars si arrivasse a tale risoluzione: la spesa di 15 milioni di euro per correre subito ai ripari e rimediare con celerità alle inadempienze passate".

Della realizzazione di un nuovo camposanto a Ciaculli si parla già dal 2012, ma il progetto non è mai andato in porto. Negli ultimi mesi l'idea è tornata prepotentemente d'attualità anche alla luce del caos che regna ai Rotoli dove il numero di bare accatastate aumenta di giorno in giorno e non si riesce a mettere un punto a una situazione diventata di "ordinaria emergenza". Il camposanto di Ciaculli, secondo le previsioni, dovrebbe avere un superficie complessiva di circa 54 mila metri quadri e dovrebbe ospitare 33 mila sepolture (8 mila solo col primo lotto) e 100 mila urne cinerarie divise fra campo di inumazione, nicchie murali e cappelle.

"Entro poche settimane sarà di 30 milioni il totale delle somme a disposizione del Comune per realizzare il nuovo cimitero di Ciaculli. Somme che rendono sempre più Orlando responsabile per la soluzione dell'emergenza", interviene il capogruppo della Lega a Sala delle Lapidi, Igor Gelarda spiegano che i 15 milioni liberati dell'Ars si sommano "agli altri 15 milioni, già a disposizione grazie da gennaio del 2020 con la rimodulazione dei fondi Cipe".

Gelarda sottolinea che "Anche se il progetto complessivamente vale 75 milioni, le somme già a disposizione permetterebbero di fare immediatamente una progettazione esecutiva e la realizzazione dei primi ampi stralci rendendo disponibili migliaia di sepolture. Quella del nuovo cimitero è l’unica vera soluzione  alla vergognosa emergenza bare che ha reso Palermo tristemente famosa in tutto il mondo". 

Di notizia positiva parla il consigliore comunale M5S Antonino Randazzo, che aggiunge: "E' bene ricordare che dall'inizio del 2020 sono già a disposizione del Comune di Palermo 15 milioni per realizzare il primo stralcio funzionale del cimitero a seguito della delibera di Giunta che ha riprogrammato gli interventi finanziati dalla delibera Cipe 69/2009 seguendo, di fatto, un lavoro congiunto fra la quarta commissione  consiliare di cui sono membro e l’assessore competente".

Articolo aggiornato il 29 luglio 2021 alle oe 13,15 // Inserita dichiarazioe Gelarda

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cimitero progettato e mai realizzato a Ciaculli, primo sì dell'Ars al finanziamento

PalermoToday è in caricamento