Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Emergenza a Bellolampo, Orlando attacca la Regione: "Nostri rifiuti a Siculiana? E' inaudito"

Torna di moda lo scontro tra Comune e Regione. Il sindaco annuncia un esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica: "Burocrazia regionale a favore del monopolio privato in un settore non immune da interessi, condizionamento e presenza criminali e mafiosi"

Si riaccende lo scontro tra Comune e Regione sul fronte rifiuti. Leoluca Orlando carica a testa bassa. E sul possibile provvedimento regionale che imporrebbe il conferimento a Siculiana dell'immondizia prodotta a Palermo, annuncia un esposto denuncia alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica. Anche se non fa il nome, il bersaglio dei suoi attacchi è il dirigente generale del dipartimento Acque e Rifiuti Salvo Cocina. "Lo stesso burocrate regionale - dice Orlando - che dopo aver tenuto ferme per un anno le attività della struttura commissariale ed aver prodotto ordinanze su ordinanze, tutte bocciate dal Tar, per mettere i bastoni fra le ruote ai Comuni e alle discariche pubbliche, vorrebbe imporre che da Palermo i rifiuti siano trasportati a Siculiana".

"E' un fatto di una gravità inaudita - prosegue Orlando - che conferma come parte della burocrazia regionale lavori attivamente contro il pubblico e a favore del (quasi) monopolio privato in un settore delicatissimo della vita civile, politica ed amministrativa della Sicilia. Un settore certamente non immune da interessi, condizionamento e presenza criminali e mafiosi. E' un comportamento, quello della burocrazia regionale, che è un vero insulto alla storia e all'impegno del presidente Musumeci".

Ipotesi rifiuti di Palermo a Siculiana, la ditta che gestisce la discarica: "Notizia infondata"

Il sindaco ha già mobilitato i legali di Palazzo delle Aquile: "In attesa di vedere se questa ennesima follia formale ed istituzionale diverrà realtà, ho dato mandato all'Avvocatura Comunale di preparare un esposto denuncia alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica perché siano accertate responsabilità, interessi e danni derivanti dall'immobilismo della struttura commissariale che in un anno, nonostante i poteri speciali, non ha mosso un dito per la realizzazione della settima vasca di Bellolampo, che a quest'ora avrebbe dovuto già essere stata appaltata se non addirittura realizzata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza a Bellolampo, Orlando attacca la Regione: "Nostri rifiuti a Siculiana? E' inaudito"

PalermoToday è in caricamento