Regionali Sicilia 2017

Regionali, le nozze di Micari e la gaffe di Figuccia: scoppia la polemica

Il candidato dell’Udc ha ironizzato sul matrimonio del candidato alla Presidenza per il centrosinistra e la vicina festa dei morti, poi la precisazione: "Nessun intento macabro, ho fatto solo una battuta"

Vincenzo Figuccia

I confini tra pubblico e privato che si sfiorano, una battuta ardita ed ecco servita l'ultima polemica in tema di elezioni regionali. Fabrizio Micari, il candidato alla presidenza per il centrosinistra, ha annunciato su Instagram che pochi prima del voto convolerà a nozze con la compagna. Un fatto privato, tendenzialmente. Ma non se sei un candidato, non se le urne sono vicine. Così il deputato uscente Udc Vincenzo Figuccia, in corsa a sostegno di Nello Musumeci, è tornato sull'argomento con una frase a dir poco infelice: "Micari ha fatto la scelta giusta sposandosi. Ha ben capito che almeno una certezza l'avrà. I fiori d'arancio non gli mancheranno. A novembre, però, il centrosinistra già nei primi giorni con la sconfitta elettorale potrà celebrare il de profundis dell'alleanza. In quel caso i fiori saranno altri".

Micari annuncia il suo matrimonio su Instagram: "Giusi, grazie di esserci"

La frase non è passata inosservata. A stretto giro il sostegno a Micari del candidato governatore della sinistra Claudio Fava: "La mia solidarietà a Fabrizio Micari a cui un candidato della destra di Nello Musumeci ha rivolto oggi parole pesantissime a proposito del suo imminente matrimonio, che sarebbero di pessimo gusto in tutto il mondo, ma che in Sicilia sono veramente intollerabili. Mi auguro che Musumeci prenda le distanze anche da questo candidato del suo schieramento". 

Carmelo Miceli, segretario provinciale del Pd, ha chiesto a "tutti i leader del centrodestra, Musumeci, Miccichè e Lagalla per primi di prendere le distanze da Figuccia. Il loro eventuale silenzio darà ragione a chi da tempo denuncia la natura fascistoide dell'alleanza a sostegno di Musumeci". 

"Una cosa è la competizione elettorale - ha detto Giovanni La Via, vicepresidente designato con Micari - altra cosa è il cattivo gusto. La battuta di Figuccia sulle imminenti nozze di Micari è cattivo gusto, sintomo della totale mancanza di contenuti, per cui si ricorre all'insulto, all'invettiva, all'attacco personale e volgare". 

Per il coordinatore nazionale dei Centristi per l'Europa, Gianpiero D'Alia, "Il linguaggio intimidatorio del candidato dell'Udc Figuccia è l'ennesimo campanello d'allarme per la coalizione di destracentro che dopo i trasformisti e gli impresentabili può annoverare tra le sue fila aspiranti bulletti di quartiere. Al professor Micari, la nostra più sincera solidarietà e vicinanza".

Poco dopo la precisazione di Figuccia: "Nessun intento macabro, ho fatto solo una battuta che peraltro non era riferita a Micari, ma alla fine che farà il centrosinistra con la sconfitta probabile del 5 novembre". Intanto però, la polemica è scoppiata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, le nozze di Micari e la gaffe di Figuccia: scoppia la polemica

PalermoToday è in caricamento