Venerdì, 25 Giugno 2021
Regionali Sicilia 2017

Regionali, appello del Cavaliere ad Alfano e Meloni: "Basta teatrino, uniti vinciamo"

Berlusconi prova a compattare i suoi nella corsa per Palazzo d'Orleans. Gli alfaniani sono però "corteggiati" dal Partito democratico, che cerca l'accordo nonostante Sinistra Italiana bocci questo "matrimonio" chiedendo discontinuità

Silvio Berlusconi

Elezioni regionali sempre più vicine e partiti ancora in alto mare per la scelta del candidato. La partita per il post-Crocetta è delicata, tanto che è lo stesso Cavaliere a prendere la parola. "Ad Alfano e Meloni faccio solo un appello, che mi pare essenziale. Pensiamo al bene della Sicilia e al futuro dei siciliani. Il teatrino della politica, le tattiche, le schermaglie vengono molto dopo". Berlusconi parla del caso Sicilia in un'intervista al Mattino in cui sottolinea che la vittoria alle elezioni regionali dipende dall'unità.

"Io per la Sicilia - dice Berlusconi - ho un sogno: che si componga un centrodestra coerente e inclusivo", in grado di dar vita "non a una serie di slogan vuoti come fanno i grillini, ma a un progetto che in cinque anni trasformi il volto di questa terra bellissima e difficile. Le nostre probabilità di successo in Sicilia dipendono da questo".

Quanto al nome - in campo al momento c'è quello di Nello Musumeci, ma anche quello di Gaetano Armao - "abbiamo la possibilità - dice Berlusconi - di scegliere fra più candidati di altissimo livello. Sceglieremo alla fine chi ha più possibilità non solo di vincere ma di ben governare". 

Il Cavaliere chiama quindi a raccolta i suoi, primo fra tutti Angelino Alfano. Gli alfaniani sono però "corteggiati" anche dal Pd, ancora in cerca di un candidato che possa sanare le frizioni interne dopo il "no, grazie" del presidente del Senato PIetro Grasso. L'avvicinamento del Pd di Raciti ad Alfano non piace però a Sinistra italiana, che precisa "Non ci sediamo a un tavolo con gli esponenti di Alternativa popolare di Alfano, chiediamo discontinuità".

Ferragosto di lavoro, quindi, per entrambi gli schieramenti per decidere la strada da seguire verso Palazzo d'Orleans.

Le reazioni

La prima a replicare al Cavaliere è proprio Giorgia Meloni: "Sono d'accordo sul fatto che occorra costruire un centrodestra capace di rappresentare lo scontento e il cambiamento. Ma considero impossibile farlo insieme a chi governa la Sicilia insieme a Crocetta e l'Italia insieme a Renzi. Per come la vedo io, è questo il teatrino della politica che nausea gli elettori, non certo chi chiede serietà e coerenza". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, appello del Cavaliere ad Alfano e Meloni: "Basta teatrino, uniti vinciamo"

PalermoToday è in caricamento