Regionali Sicilia 2017

Regionali, i disabili sfidano i candidati alla presidenza: "Firmate il nostro piano" 

Alcuni dei loro portavoce incontreranno Micari, Fava, Cancelleri e Musumeci, ospiti della trasmissione "I Provinciali" condotta da Pif, in diretta eccezionalmente da Palermo, per sapere se intendono o meno accettare la sfida

Pif e i disabili fanno ancora una volta squadra e lanciano una sfida ai candidati alla presidenza della Regione Sicilia: "Firmate il nostro piano e impegnatevi a realizzarlo". Se entro 90 giorni dall'elezione il nuovo arrivato a Palazzo d'Orleans non dovesse mettere in atto il piano sottoscritto sarà battaglia. Il piano è pronto dallo scorso 25 luglio, giorno in cui è stato inviato al Governo regionale. Lo hanno redatto i disabili siciliani riuniti nel Comitato #SiamohandicappatiNocretini insieme al Garante regionale per la Disabilità, Giovanna Gambino, all'Anffas, al Forum del Terzo Settore Sicilia, all'alleanza delle cooperative e all'Aism Sicilia. Nonostante, secondo gli autori del documento, bastino solo pochi mesi per mettere in pratica i loro suggerimenti la politica non l'ha ancora fatto. Da qui l'idea di rivolgersi ai potenziali futuri amministratori della Regione.

Il piano prevede: la presa in carico delle persone con disabilità (questo significa mapparli, realizzare un sistema informatico unico con i dati Inps, sanitari e sociali e stendere dei progetti individuali attraverso le unità di valutazione multidisciplinare); l'incremenzione delle somme per l'assistenza diretta, indiretta e complementare, l'assistenza scolastica e l'inserimento lavorativo; la riorganizzazione della macchina organizzativa attraverso un unico dipartimento; la creazione dei punti di accesso unici e dell'osservatorio per la disabilità.

"Ad oggi ancora - afferma il Comitato #SiamoHandicappatiNocretini - la Regione non sa e non può sapere quanti siano i disabili in Sicilia, nè tantomeno quali siano le loro esigenze perchè non si è organizzata. Le Asp e i Comuni sono allo sbando perchè non sono stati governati da nessuno. Molte famiglie sono costrette ancora a ricorrere alla giustizia per avere garantito un diritto e questo è inaccettabile. Proponiamo una riforma della macchina amministrativa che possa affrontare con serietà i problemi strutturali e risolvere con efficienza i temi legati all’assistenza, alla scuola, al lavoro, al supporto alle famiglie, oltre che ad una vita indipendente per tutti i siciliani con disabilità. E’ una sfida per la dignità della persona. Vedremo chi vorrà raccoglierla". 

Secondo i firmatari della road map, "che prova a porre le basi per colmare il gap prodotto in questi anni tra una normativa nazionale all’avanguardia ed una inefficace ed assolutamente inefficente applicazione regionale", tanto per cominciare la Regione dovrebbe prendere in carico tutte le persone con disabilità, e non sono i disabili gravissimi, e realizzare per ognuno di loro dei piani personalizzati che vanno dalla scuola all’età adulta. 

"Non esistono nella realtà - spiega il Comitato - persone con disabilità grave, gravissima o chissà quale altro appellativo il legislatore potrà inventarsi: esiste la persona con le sue fragilità che variano a seconda dell’età, dello status sociale, delle ambizioni, delle possibilità e delle capacità personali".

Per realizzare i piani individuali è necessario attivare dei nuovi servizi: i piani unici d'accesso, le unità di valutazione multidimensionale in tutti i distretti delle Asp provinciali, l'osservatorio epidemiologico regionale per la disabilità e il dipartimento unico socio sanitario. Fondamentale poi realizzare un sistema informativo della disabilità che coinvolga i 55 distretti sanitari, la scuola, l'assessorato alla Famiglia, quello della Salute.

Nell'attesa del voto, Pif ha invitato i candidati alla Presidenza della Regione a partecipare come ospiti alla trasmissione da lui condotta su Radio 2 "I Provinciali", che da oggi a venerdì sarà a Palermo, per sapere se intendono o meno accettare la sfida. Micari, Fava, Cancelleri e Musumeci hanno detto sì all'invito. Si comincia oggi alle 18 con il rettore. All'incontro parteciperà anche Giovanni Cupidi, tra i portavoce del Comitato.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, i disabili sfidano i candidati alla presidenza: "Firmate il nostro piano" 

PalermoToday è in caricamento