Regionali, il figlio di Pio La Torre nella squadra di Micari: sarà assessore alla Legalità

Franco La Torre, 61 anni, storico, cooperante ambientalista ed ex dirigente di Libera, è stato designato per l'inedita delega alla Legalità e alla Cooperazione internazionale. Il padre venne ucciso dalla mafia il 30 aprile 1982

Mentre si attende l'arrivo a Palermo, previsto per giovedì, della commissione Antimafia che vigilerà sulle liste per le prossime elezioni regionali, il candidato presidente del centrosinistra Fabrizio Micari annuncia l'istituzione dell'assessorato alla Legalità e alla Cooperazione internazionale. L'assessore designato è Franco La Torre, figlio di Pio La Torre, il dirigente del Pci ucciso dalla mafia il 30 aprile 1982. Franco La Torre ha 61 anni ed è uno storico, cooperante ambientalista ed ex dirigente di Libera. 

"Voglio costruire - ha detto Micari in conferenza stampa - una squadra di governo stabile, che realizzi progetti e abbia chiaro fin dal primo momento cosa fare. Sfrutteremo delle competenze di La Torre, che negli ultimi 20 se non 30 anni ha svolto costantemente la sua attività in due ambiti centrali per la vita della Regione: da una parte la legalità dall'altra la cooperazione. La legalità deve essere tratto caratterizzante dell'azione della Regione, deve essere un patrimonio di base per l'azione di governo. La cooperazioine è invece importante per il ruolo centrale della Sicilia nel Mediterraneo".

Regionali, Crocetta e Busalacchi non ci stanno: ricorso contro l'esclusione

Nei giorni scorsi Micari aveva annunciato anche l'intenzione di creare, se eletto governatore, una commissione regionale anticorruzione composta da magistrati e docenti universitari di materie giuridiche che," sulla scia dell’importante lavoro fatto a livello nazionale dall’Autorità guidata da Raffaele Cantone, dovrà monitorare le procedure amministrative ed essere garante di trasparenza e coerenza etica nei confronti dei cittadini".

Se Micari dovesse essere eletto governatore, Franco La Torre siederebbe in Giunta con Alessandro Baccei (confermato alla guida dell'assessorato all'Economia ndr);  il presidente della comunità "Sant'Egidio" Emiliano Abramo (Attività sociali); Giuseppe Biundo (Attività produttive); la scrittrice Giuseppina Torregrossa (Cultura).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Coronavirus, in Sicilia 68 nuovi contagiati: i morti superano quota 100

Torna su
PalermoToday è in caricamento